Articolo »

Compleanno

Arriva la festa dei novant'anni per gli Alpini di Trino

Un ricco programma di eventi da venerdì 24 a domenica 26

Il gruppo Alpini di Trino si appresta a festeggiare i 90 anni

Sono in corso gli ultimi preparativi per i festeggiamenti del 90° anniversario di fondazione del Gruppo Alpini di Tino che si terranno da venerdì 24 a domenica 26 settembre. Una festa che si unisce a quella sezionale e che arriva con un anno di ritardo sul calendario per via della pandemia e per questo è stata ribattezzata “90+1”.

Il programma di eventi è molto fitto e si aprirà venerdì 24 alle ore 17 a Palazzo Paleologo con l’inaugurazione della mostra Ten. Col. Med. Paolo Barelli “Immagini dal fronte di guerra 1940-1943”. Sabato 25 ci sarà la deposizione di omaggi floreali ai Monumenti ai Caduti di Trino, mentre domenica 26, il ritrovo è fissato alle ore 9 al Paleologo. Seguiranno l’alzabandiera, le allocuzioni delle autorità e alle ore 10,30 il concerto della Fanfara “Montenero” di Torino. Alle ore 11,15 santa messa al campo, passaggio della stecca e trasferimento all’ex mercato coperto per il rancio alpino che verrà servito a partire dalle ore 13.

Alle ore 17 ci sarà l’ammaina bandiera. Le penne nere rappresentano un punto di riferimento per l’intera comunità e il loro contributo è stato molto importante nell’anno del Covid. “In questi ultimi due anni siamo stati in prima linea per supportare amministrazione comunale, enti e chi aveva bisogno di un aiuto nella lotta alla pandemia – ricorda il capogruppo Massimo Olivetti – questo traguardo mi fa pensare a quegli Alpini reduci dalla Grande Guerra che fondarono il nostro gruppo, a cui mi sento di unire tutti gli Alpini che l’hanno portato avanti nel tempo e che ora non ci sono più. Questa festa mi consente di fare un ringraziamento a tutti i nostri iscritti e a tutti coloro che hanno contribuito a sviluppare quelle iniziative a favore dei più deboli, che ci hanno sempre contraddistinti”. Sarà questa anche la festa della sezione di Vercelli guidata dal presidente Piero Medri. “Sarà un onore essere in mezzo a voi per condividere i valori dei nostri padri e dell’Alpinità e per non dimenticare gli Alpini “andati avanti”. Un grazie a tutti gli Alpini di Trino per l’impegno profuso nell’organizzazione di questo raduno sezionale e di questo 90+1 di fondazione. Anche se non potremo sfilare, la nostra presenza nelle vie e nelle piazze di Trino sarà un segno di unione, di pace, di felicità e di emozioni che la gente desidera più che mai, per ripartire e lasciarsi alle spalle questo periodo triste e buio” spiega Medri.

“Vi abbiamo chiesto molto e non abbiamo masi ricevuto un no come risposta – sottolinea il sindaco Daniele Pane – la vostra disponibilità, unita al senso di sacrificio sono state come un’ancora, che ci ha tenuti saldamente uniti mentre tutto intorno sembrava ondeggiare. La vostra presenza è sempre certa e rassicurante, come quella di un genitore attento. Tutta la città si stringe intorno a voi con orgoglio per festeggiarvi e ringraziarvi”. Le locandine e il logo della festa sono stati realizzati dall’alpino Emilio Tricerri, mentre le vetrine dei negozi verranno allestite a tema per l’occasione.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giorgio Allara

Giorgio Allara
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!