Articolo »

Presentazione

Lorenza Franzino è presidente del Gruppo Amag

Lorenza Franzino, presidente Amag. A sinistra, Emanuele Rava, ad, a destra, Giorgio Laguzzi, assessore comunale con delega alle Partecipate

«Sono un ingegnere del fare». Poche parole, molto pragmatica. Lorenza Franzino, torinese, classe 1955, attuale presidente del Gruppo Ansaldo Energia, uno fra i competitor mondiali che producono centrali elettriche, è ufficialmente da poche ore presidente del gruppo Amag di Alessandria. Ingegnere chimico che ha costruito la carriera in Olivetti, passando poi per Urmet telecomunicazioni, Ansaldo Breda, membro del consiglio di amministrazione di Iren, è stata eletta alla guida della holding multiutility alessandrina. Ma al primo incontro con i giornalisti non si sbilancia. «Adesso devo studiare, analizzare, prendere contatto con l’intera realtà industriale» aggiunge.

Tocca ad Emanuele Rava, amministratore delegato, parlare dello stato dell’arte del gruppo, dopo l’approvazione del bilancio. I numeri fotografano un gruppo che ha imboccato «la strada del riordino e della riorganizzazione» precisa Rava. Il Bilancio di Amag ha chiuso con un passivo di 541.000 euro che sale a 640.000 a livello di holding. Il dato negativo «va letto in chiave di tendenza e si manifesta - spiega l’amministratore delegato - un miglioramento costante. L’obiettivo di un pareggio, se non di un piccolo utile, nel 2024 è realistico». Sul fronte delle società controllate, Amag Ambiente ha registrato un utile di 85.000 euro, Amag Reti Idriche di 300.000, mentre Amag Reti Gas ha avuto un disavanzo di 490.000 euro «legato a una multa per perdite di gas che risale al 2018».

Il budget del gruppo previsto per quest’anno è pari «a oltre tre milioni di euro di margine operativo lordo (Ebitda)».

La riorganizzazione degli uffici e la transizione digitale «sono i fronti su cui siamo concentrati per avviare - conclude Rava - i processi di risanamento e rendere più efficiente l’attività, con un conseguente risparmio di risorse».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Michelle Hold

Michelle Hold
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!