Articolo »

  • 03 febbraio 2019
  • Casale Monferrato

Report Fiaip

Mercato immobiliare: città in calo. Il Monferrato ambito dai turisti

Tra i più desiderati i casali tipici, indipendenti su quattro lati, in collina

«Nel 2018 il mercato immobiliare del territorio della provincia di Alessandria ha mostrato una tendenza diversa rispetto all’andamento nazionale del settore: il numero delle compravendite non è aumentato, anzi si è contratto. Pur restando in attesa dei dati ufficiali Omi, si prevede, per il 2018, una stima di circa 4.000 compravendite nell’alessandrino, un numero poco inferiore a quello realizzato nel 2017. Complessivamente i valori degli immobili sono stabili o in leggera ripresa per gli immobili riqualificati. Solo in alcuni Comuni sono emerse lievi flessioni. Nell’evoluzione del mercato percepita dagli operatori del settore si evince anche un aumento del numero di compravendite destinate all’investimento». Lo rileva l’Osservatorio Immobiliare 2018, condotto dai mediatori immobiliari aderenti a Fiaip Alessandria (Federazione nazionale degli agenti immobiliari professionali) che ieri, giovedì ha diffuso dati e report.

Sia ad Alessandria e sia nelle aree centrali delle principali città, la tendenza va verso l’aumento dei prezzi unitari per gli immobili di maggior pregio, soprattutto se situati in compendi dotati di servizi e caratterizzati da una migliore rigenerazione urbana: «Si va da un prezzo minimo nella periferia di Alessandria di 250 euro al metro quadro per un immobile da ristrutturare, a un massimo di 2.500 euro al metro quadro in piazza Garibaldi per una casa nuova o fresca di ristrutturazione. A Casale Monferrato il mercato residenziale vede prezzi al metro quadro che vanno dai 350 euro della periferia per abitazioni da rimettere a nuovo, a un massimo di 1.800 per costruzioni nuove o ristrutturate. Valenza presenta la più ampia oscillazione con prezzi che si muovono dai 100 euro al metro quadro per le abitazioni da ristrutturare a 2800 euro al metro quadro per le case nuove o ristrutturare prevalentemente in zone semicentrali».

Nell’ultimo trimestre si è registrato un minore divario tra prezzo richiesto di vendita e prezzo offerto per l’acquisto.

I rilevatori Fiaip segnalano «un aumento delle compravendite intermediate dalle agenzie immobiliari. Parallelamente è anche salito il numero di compravendite destinato all’investimento. Il mercato delle locazioni è cresciuto grazie agli accordi territoriali siglati in primis dal comune di Alessandria (il 30 marzo 2018) e in rapida successione dai comuni di Tortona, Casale Monferrato, Novi Ligure e via via da tutti i 191 piccoli comuni della provincia. Una novità assoluta per il territorio».

«Questi accordi hanno fatto da volano per incrementare sia il numero dei contratti agevolati, transitori e universitari, sia la qualità di stipula dei contratti stessi, ossia il rispetto della normativa per ottenere i benefici fiscali», ha spiegato Franco Repetto, past president e delegato alla comunicazione di Fiaip Alessandria. Gli immobili più richiesti «per l’investimento locativo sono il bilocale e il trilocale situati in zone nevralgiche della città, dove la riqualificazione urbana è stata più importante».

Il report evidenzia un incremento delle vendite di case agli stranieri (olandesi, inglesi, svizzeri e tedeschi, norvegesi e svedesi): «Diversamente dagli italiani, chi arriva dall’estero è interessato a diverse tipologie di immobili, sia che si tratti di abitazioni perfettamente ristrutturate, sia che necessitano di massicci interventi di ristrutturazione. I casali tipici, indipendenti su quattro lati, in collina con vista panoramica, terreno circostante rappresentano la visione poetica del Monferrato e quindi sono i più ambiti».

«L’area del Monferrato, dichiarata nel 2014 patrimonio Unesco insieme a Langhe-Roero, avrà un ulteriore slancio quest’anno grazie all’inserimento della Regione Piemonte come prima area turistica consigliata nella classifica “Best in travel 2019” della guida Lonely Planet».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giovanni Spinoglio

Giovanni Spinoglio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!