Articolo »

Riapertura Casale-Mortara

«I treni esistevano anche prima di Riboldi: il suo "è merito mio" è il merito di tutti noi»

L'intervento di Johnny Zaffiro

Sull’annunciata riapertura, a settembre 2023, della linea Casale-Mortara con una cerimonia lunedì 20 alle 13 alla stazione di Casale, interviene Johnny Zaffiro, ex segretario del Pd, da tempo attento e attivo sul tema dei trasporti.

Lunedì 20 giugno, alle 13, sarà annunciata la prossima apertura, a "settembre 2023", della linea Casale-Mortara. Saranno presenti il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l'assessore ai trasporti della Regione Alberto Gabusi, l'assessore ai Trasporti di Casale Monferrato Daniela Sapio e naturalmente il sindaco Federico Riboldi.

Sarò presente anche io, a questo evento, e invito tutti gli amministratori, i tecnici, le associazioni, le scuole e l'università, i sindacati, i cittadini e le cittadine che nei tre anni precedenti all'insediamento di Riboldi e Cirio hanno concretamente, efficacemente e indiscutibilmente lavorato per consentire oggi al nostro sindaco di dire: "È merito mio". Tutto dimostrabile, d'altra parte: incontri, manifestazioni, raccolta firme, presidi davanti alla stazione e in città, e tanti tavoli, coordinati dal sindaco Palazzetti, che hanno portato al coinvolgimento di un'intera comunità, questo sì un grande traguardo, in una sfida a difesa di un bene comune e di un servizio essenziale.

Con un po' di ironia vorrei ricordare al sindaco a risposta delle sue dichiarazioni, che il mondo preesisteva a lui, e preesistevano anche i trasporti. Anzi, a Casale i treni esistevano prima che lui, nel 2010, da assessore ai Trasporti, avallasse la soppressione delle linee ferroviarie e la chiusura della stazione nei fine settimana. A lunedì, dunque, alle 13, tutti presenti.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giuseppe Sannazzaro Natta

Giuseppe Sannazzaro Natta
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!