Articolo »

Allarme

Cinghiali: i danni provocati a coltivazioni e automobilisti

Si susseguono gli episodi in tutta la Valcerrina

Ancora danni agli automobilisti, oltre che alle culture, a causa della persistente presenza di ungulati in Valcerrina. A tradirne la presenza, non solamente campi e prati interrotti da importanti superfici di zolle sollevate e colture perse, ma anche auto danneggiate.

Nei giorni scorsi, Marco Viada, noto ex militare dell’arma residente a Mombello Monferrato, rincasando, verso sera, in frazione Morsingo, poco dopo il camposanto comunale, si è imbattuto in un branco di cinghiali in corsa che, all’improvviso, gli hanno attraversato la strada.

Fortunatamente, nessuna conseguenza fisica per l’automobilista, mentre l’auto ha riportato danni alla carrozzeria, al paraurti anteriore e ai fanali. A detta dello stesso Viada, i cinghiali sarebbero stati una ventina e, malgrado la sua prontezza nel premere il pedale dl freno, ne avrebbe travolti due/tre, di cui uno, ritrovato morto e  un altro, per motivi di incolumità pubblica, soppresso con arma da fuoco calibro 12 da parte della vigilanza faunistica intervenuta in loco. Nel raccontare la vicenda, Viada non nasconde di essersi molto spaventato. «Così tanti, tutti insieme e in corsa compatta non li avevo mai visti. È stato davvero impressionante e non lo auguro a nessuno». 


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Laura Curino

Laura Curino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!