Articolo »

  • 06 novembre 2018
  • Casale Monferrato

Già vittima di una truffa online è tempestata dalle richieste "hard"

Era nata come la più classica delle truffe online. Poi è diventata una vera e propria persecuzione quella in cui si è trovata suo malgrado coinvolta una casalese oggi 40enne. Per mesi, la donna è stata contattata giorno e notte, via telefono e via mail, da frequentatori di siti hard e siti per scambisti, convinti di avere a che fare con una persona interessata a esperienze sessuali di tipo particolare.

A dare in pasto i suoi recapiti, e persino l’indirizzo della madre, a siti per lo più pornografici erano stati gli autori di una truffa nella quale la donna era caduta nel tentativo di acquistare un “Folletto” di seconda mano. La vicenda, approdata in questi giorni nelle aule del Tribunale di Vercelli, risale al 2013...

servizio su "Il Monferrato" di martedì 6 novembre