Articolo »

Seconda edizione

Trino Sacra, un tour alla scoperta di chiese e confraternite

Arte, cultura e storia sabato scorso nelle vie del centro

Un momento della manifestazione a Trino
«Non c’è futuro senza conoscere la propria storia. Il valore delle nostre confraternite, conoscere le diverse chiese di Trino e le opere d’arte che vi sono custodite, nel segno della preghiera per chi le ha costruite.
 
Un cammino nella nostra Trino che ci parla del nostro Signore». Con queste parole il parroco don Patrizio Maggioni ha dato il benvenuto a chi ha partecipato a “Trino Sacra”, la manifestazione che ha aperto di fatto il calendario primaverile ed estivo promosso dal Comune di Trino.
 
Era questa la seconda edizione, che si è aperta con il raduno delle confraternite nella chiesa di San Lorenzo, per poi iniziare la sfilata con le tappe nelle varie chiese: San Giovanni Battista, Santissimo Sacramento, San Bartolomeo, Orazione e Morte, Santa Maria della Neve, San Domenico, San Francesco. «L’arte, la storia e la cultura rappresentano l’identità di una comunità che ci deve rendere orgogliosi» ha spiegato il sindaco Daniele Pane nel suo intervento. Erano presenti le confraternite dell’Orazione e Morte, delle Umiliate, del Santissimo Sacramento e degli Apostoli (la più antica di Trino, fondatrice del Monte dei pegni), di San Lorenzo, della Madonna del Rosario, a cui si sono aggiunte le confraternite di Bianzè e Stroppiana.
 
Un’edizione innovativa, visto che grazie agli studenti del liceo artistico “Alciati” all’ingresso di ciascuna delle otto chiese era disponibile un QR-code per poter accedere a una web-app con video, descrizione dell’edificio e delle opere al suo interno. 
 
Alle visite nelle chiese erano presenti sia gli studenti dell’artistico ce dell’alberghiero “Sergio Ronco” che oltre ad accogliere i visitatori, hanno offerto le informazioni principali di questi luoghi di culto che rappresentano la tradizione religiosa della nostra città.
 
Con loro e con i loro insegnanti – tra cui Roberto Amodio e Marina Saettone - si è complimentata l’assessore alla cultura Silvia Cottali che ha coordinato i vari momenti della giornata. Dopo la visita guidata ci si è trasferiti all’ex mercato coperto per il rinfresco (con panissa, bunet modificato e barbera) preparato dai ragazzi dell’Alberghiero e per il gran finale, ovvero il concerto di musica sacra con l’orchestra Tubae Harmonicae diretta da Marcello Trinchero (tromba barocca) e di cui fanno parte Bruno Raiteri, alla viola, oltre a Erika Patrucco, alla tromba barocca, Marco Zanco, ai timpani, Matteo Straffi, tenore, Vittoria Panato, al violino, Regina Yugovich, al violino, Anna Sakharova, al violoncello, Claudio Mazzeo, al contrabbasso, Roberto Passerini, al clavicembalo.

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Roberto Remorino

Roberto Remorino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!