Articolo »

Progetti

Trino avrà un nuovo istituto superiore?

Nuova scuola e palasport nell’agenda della Giunta

Scuola e palasport da duecento posti a sedere, ma anche una pista d’atletica, un’area attrezzata per le mountain bike e più in generale un incremento degli spazi dedicati allo sport, nell’agenda della Giunta. Capitolo scuole: Trino avrà un nuovo istituto superiore?

«L’idea di avere un nuovo istituto superiore rimane - spiega il sindaco Daniele Pane - c’è però la necessità di reperire più risorse e più spazi di quelli attualmente a nostra disposizione. Perciò diamo priorità ad una migliore sistemazione di quanto già abbiamo a Trino». In città ci sono da diversi anni l’alberghiero “Sergio Ronco” e il liceo artistico “Ambrogio Alciati”, e ovviamente l’istituto comprensivo. Il sindaco entra nel dettaglio della nuova scuola: «La sua costruzione e del palazzetto dello sport, sul terreno sul retro del Casalegno, comporterà una spesa di circa 5 milioni di euro. Il nuovo edificio sarà destinato alla scuola media. Ci saranno pure delle spese per sistemare l’attuale scuola media per adattarla alla elementari e sanare la situazione di palestra, auditorium e piscina interna».

Pane spiega perché per ora l’idea di un terzo istituto superiore viene accantonata: «Un ulteriore edificio o un piano aggiuntivo nella nuova scuola avrebbero fatto lievitare i costi in maniera spropositata rispetto alle nostre possibilità» sottolinea Pane. «Riepilogando avremo la nuova scuola media, il trasferimento delle elementari nell’attuale media, e l’accentramento di tutto l’alberghiero nell’edificio di piazza Chauvigny. Proprio il “Ronco” ha ancora sette classi fuori sede e date le prospettive di incremento che ci sono, avrà necessità di ulteriori spazi». Sempre Pane tempo fa aveva parlato di una chicca in ambito scolastico: «C’è davvero ed è necessaria la collaborazione della Provincia di Vercelli in quanto riguarda il Casalegno». Questa struttura è per metà di proprietà della Provincia e per metà dell’Ente Casalegno sotto il titolo di San Giuseppe onlus. «L’idea è quella di creare una vera e propria struttura ricettiva didattica, con ristorante al pian terreno e albergo al piano superiore. Sarebbe una situazione unica per il “Ronco” che potrebbe così accogliere al meglio i suoi ospiti e formare e crescere i ragazzi sotto l’aspetto della preparazione al mondo del lavoro in maniera più unica che rara. Se sarà possibile lo faremo, altrimenti lavoreremo per una soluzione alternativa per riqualificare il Casalegno. Per ora la nostra priorità sono nuova scuola e palasport che spero siano fruibili per l’anno scolastico 2021/2022».

A che punto progettuale si trovano? «Al progetto definitivo-esecutivo - risponde il sindaco -. Essendo un leasing in costruendo, oltre a farci risparmiare un anno e mezzo di tempo progettuale, dà garanzia al Comune di essere alleviato dai costi di progettazione che sono a carico del proponente il progetto, il quale aprirà una sorta di gara per chi vorrà proporsi per la costruzione. E inizieremo a pagare l’opera tra circa due anni, dopo la conclusione dei lavori». E il palazzetto dello sport? «Avrà duecento posti a sedere per il pubblico - spiega Pane-. Se, come penso, ci saranno ribassi di gara, vorremmo costruire anche una palestrina sul retro del palazzetto da dedicare alle società trinesi». Tra i progetti ci sono la pista di atletica e l’area per le mountain bike: «Sono due idee dell’assessore allo sport Betty Borgia - ricorda Pane-. La pista nascerà nel cortile tra le scuole elementari e medie e darà la possibilità agli atleti trinesi di praticare l’attività. L’area per le mountain bike nascerà invece sul retro dell’ex Ovest Ticino».