Articolo »

Donatori di sangue

All'Avis di Vallegioliti inaugurata la nuova sede

Il taglio del nastro dopo i lavori di riqualificazione

Un momento della cerimonia che si è tenuta domenica pomeriggio

L’Avis di Vallegioliti è una delle principali realtà associative della Valcerrina, con adesioni che vanno anche al di fuori dei confini del territorio provinciale.

Il sodalizio guidato ormai da alcuni anni dal past sindaco Gianni Brusa conta circa 150 associati che oltre che dai comuni di Villamiroglio, Moncestino e Gabiano provengono anche da centri non finitimi come Crescentino, Verrua Savoia, Cavagnolo, Odalengo Grande, Murisengo, soltanto per citarne alcuni.

La sua sede a Vallegioliti, frazione di Villamiroglio è un punto di riferimento ormai consolidato. Di qui l’importanza dei lavori realizzati dall’amministrazione comunale guidata da Paolo Monchietto nel corso degli anni e inaugurati ufficialmente domenica pomeriggio ‘alle cinque della sera’ con il classico taglio del nastro seguito da un rinfresco dopo che il canonico don Davide Mussone, parroco di Villamiroglio, Vallegioliti e Moncestino, aveva celebrato Messa a Vallegioliti nella chiesa di Santo Stefano per ricordare tutti quei soci che oggi non ci sono più.

Il primo cittadino Monchietto ha ricordato quelli che sono stati gli interventi nel corso degli anni finalizzati all’efficientamento energetico con fondi emessi dal ministero dell’Interno proprio perché venissero destinati a questo importante scopo. A quello del 2019 con un importo di 50mila euro per il rifacimento completo del tetto, sono seguiti quello del 2020 di oltre 19mila euro con la sostituzione dei serramenti e quello più recente del 2022 dell’importo di 50mila euro per la realizzazione del cappotto energetico.

In questo modo quella che una volta era l’edificio scolastico e oggi è la sede dell’Avis si è vista creare le condizioni per una nuova vita per gli anni futuri in linea con lo sviluppo sostenibile. Ma non è finita qui perché ci sono altri 50mila euro per la realizzazione di un impianto fotovoltaico in copertura per l’anno 2024, anche questi previsti come contributi ai comuni per efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. La cerimonia ha avuto una notevole partecipazione di persone dato, come si diceva il radicamento della struttura e dell’associazione.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!