Articolo »

Sabato 27 maggio a Moncalvo

Paolo Conte: cresce l'attesa per il concerto a Orsolina28

A Moncalvo eseguirà i grandi classici

Paolo Conte a Moncalvo. Salta all’occhio il nome della piccola città monferrina sul cartellone del celebre cantautore astigiano. Prima Milano poi Roma, Venezia, Firenze. Al centro, l’esibizione a Moncalvo. Prosegue così la stagione di Orsolina28 con il tanto atteso live di Paolo Conte. Sabato 27 maggio alle ore 21 lo chansonnier si esibirà tra le sue colline, sul bellissimo Open Air Stage, il teatro tra le vigne di Orsolina28, la scuola di danza internazionale di Moncalvo. Icona della musica cantautorale italiana, dopo il tutto esaurito registrato con il concerto al Teatro alla Scala di Milano, le cui prove si erano tenute proprio a Orsolina28, Conte proporrà la sua musica raffinata e la sua poesia: canzoni nate sulla scia di suggestioni assorbite dalla vita, dal cinema e dalla letteratura. Un concerto generosamente donato dall'artista a Orsolina28 Art Foundation i cui incassi saranno interamente devoluti alla Fondazione a sostegno delle sue iniziative non profit di utilità sociale.

Sul palco Conte eseguirà i grandi classici che lo han reso celebre in tutto il mondo come “Via con me”, “Azzurro”, “Onda su onda”, “Bartali”, “La topolino amaranto”, “Una giornata al mare”, “Genova per noi”, “Parigi” e molte altre. Ad accompagnare le atmosfere fumose da cabaret parigino, sul palco troviamo con lui da Nunzio Barbieri, chitarra, chitarra elettrica, Lucio Caliendo, oboe, fagotto, percussioni e tastiere, Claudio Chiara, sax contralto, sax tenore, sax baritono, flauto, fisarmonica, basso e tastiere, Daniele Dall’Omo, chitarra, Daniele Di Gregorio, batteria, percussioni, marimba e pianoforte, Luca Enipeo, chitarra, Francesca Gosio, violoncello, Massimo Pitzianti, fisarmonica, bandoneon, clarinetto, sax baritono, pianoforte e tastiere, Piergiorgio Rosso, violino, Jino Touche, contrabbasso, chitarra elettrica, Luca Velotti, sax soprano, sax tenore, sax contralto, sax baritono e clarinetto. Nato ad Asti nel 1937, Conte ha ricevuto il 26 novembre 2021 la cittadinanza onoraria da parte del comune di Scurzolengo, paese in cui da anni risiede, come “segno di rispetto e riconoscenza per i molteplici successi e per il contributo apportato alla musica e all’arte italiana”. Anche la Francia ha voluto rendere omaggio a Conte da sempre legato al paese e alla capitale transalpina. Nel 2011 ha infatti ricevuto la “Grande médaille de Vermeil”, la massima onorificenza della città di Parigi, durante una cerimonia all’Hotel de Ville (il Municipio di Parigi, ndr) in cui il vicesindaco Christophe Girard aveva detto: “quando si pensa a Paolo Conte, si pensa alla sua ‘allure’, alla sua inconfondibile silhouette. Una sagoma che a mio parere non è nera, ma di fuoco. Me lo lasci dire francamente, lei è il nostro Cavaliere preferito”.

Domenica invece per la rassegna Cherry Notes, salgono sul palco di “The Eye” alle ore 11.30, Raiz e Radicanto, che porteranno a Orsolina28 le sonorità della tradizione sefardita e il calore del mediterraneo. “Neshama”, il titolo concerto, parola ebraica che indica l’anima, è il mare, luogo senza frontiere dove storie di vita prendono forma quando la voce di Raiz incontra i ritmi e le atmosfere mediterranee dei Radicanto. Sul palco: Raiz, canto Giuseppe De Trizio, chitarra classica Adolfo La Volpe, oud, chitarra elettrica Francesco De Palma, cajon, tamburi a cornice, tar. 

In occasione dei concerti è possibile pranzare o cenare con gli artisti nella Serra dei limoni di Orsolina28 e sostenere i progetti no profit di Orsolina28 Art Foundation a supporto delle residenze creative e didattiche, delle residenze benefiche e degli spettacoli della nuova stagione 2023. Info e prenotazioni www.orsolina28.it.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!