Articolo »

E il Duo Manara-Voghera con un’integrale mozartiana

La “principessa” Wang per PianoEchos

Chiusa la prima settimana di festival con i concerti a Lu, Pecetto e Fubine

Sarà Shiran Wang, giovane astro nascente del pianismo cinese, soprannominata “principessa del pianoforte” con già all’attivo il Primo Premio al “Concorso Pianistico Internazionale Prokofiev” in Ucraina e al “Concorso Rachmaninov” di Mosca, a inaugurare il secondo weekend di Pianoechos, il festival pianistico diretto da Sergio Marchegiani. Tre i luoghi: Valenza, Lu e Casale. Il primo appuntamento sarà giovedì sera, 10 ottobre, alle 21, al Teatro Sociale di Valenza, con il recital della Wang. La giovane pianista nel 2015 ha registrato con la Vienna Symphony Orchestra un CD con i Concerti di J.S. Bach pubblicato dalla prestigiosa etichetta Deutsche Grammophone.

Nel concerto valenzano, la Wang suonerà la “Patetica” di Beethoven, i 5 pezzi op. 3 di Rachmaninov, il Notturno in Do diesis minore op. 27 n. 1 di Chopin, la Ballata n. 2 in Si minore di Liszt e due brani dai 6 Momenti Musicali op. 16 di Rachmaninov.

Si proseguirà venerdì 11, sempre alle 21, alla chiesa di San Giacomo di Lu con il recital di Costantino Catena (pianista che può vantare inviti da importanti istituzioni concertistiche in Europa, Australia, USA, Russia e Giappone). Accanto a capolavori di Liszt (“Reminiscences de Norma”) e Schumann (“Carnevale di Vienna”), Catena presenterà alcuni inediti pianistici di Ermanno Wolf-Ferrari. Autore avulso tanto dalle avanguardie più radicali quanto dall’operismo verista italiano, Wolf-Ferrari ricercò i suoi modelli, come scrisse giustamente Giannotto Bastianelli, nell’elegante equilibro del Settecento. Parzialmente conosciuto come operista, il Wolf-Ferrari pianista, invece, è pressoché sconosciuto. Il concerto luese sarà occasione per fare la conoscenza della sua musica raffinata.

Gran finale sabato 12 e domenica 13, a Casale, con il due composto dal violinista Francesco Manara e dal pianista Claudio Voghera che proporranno, in quattro concerti, l’integrale in delle Sonate per violino e pianoforte di Mozart: un tour de force, probabilmente mai realizzato in sole 24 ore da due soli musicisti. La maratona partirà sabato alle 17 in Filarmonica, poi alle 21in Sala consiliare di Palazzo San Giorgio; si riprenderà domenica, alle 11, nella biblioteca dell’ex seminario e, alle 17, chiusura nel Salone Vitoli del Museo Civico. Durante l’ultimo concerto, al Duo Manara-Voghera verrà consegnato il Premio “Tasto d’argento” 2019.