Articolo »

Domenica 15 maggio

Doppio appuntamento con "Camminare il Monferrato"

A Rosignano e a Villadeati

Doppio appuntamento domenica 15 maggio con le escursioni di Camminare il Monferrato, in programma a Rosignano Monferrato e a Villadeati.

La mattina, l’appuntamento sarà a Rosignano Monferrato con ritrovo presso il Castello di Uviglie alle ore 9,30 e partenza alle ore 9,45. Dopo i saluti del sindaco Cesare Chiesa, inizierà il percorso ricco di spunti sui temi geologici (a cura del sedimentologo Alfredo Frixa autore del Geo-percorso che ne descrive la geo-diversità), storico-artistici (visita della chiesa di San Martino) e di arte contemporanea (inaugurazione di una nuova opera di Giorgia Sanlorenzo, di cui al progetto TerrEmerse, installata tra i vigneti dell’azienda agricola Cascina Noceto di Giorgio Arditi, dedicata ai Rodoliti, ovvero ai grossi noduli di alghe rosse che rimandano alle zone costiere di quel mare monferrino presente milioni di anni fa, visibili presso la Colma di Rosignano). La camminata seguirà un facile percorso ad anello della lunghezza di circa 7 chilometri che, passando tra vigne e prati, conduce a San Martino di Rosignano, dove verrà altresì inaugurato il nuovo Info-Point turistico. Infine, tappa a Stevani con ristoro e visita delle cantine Arditi. Durata del cammino: 2 ore; difficoltà: Turistica.

Nel pomeriggio, sarà invece la volta del “Cammino delle fontane” a Villadeati in Valcerrina, con ritrovo in piazza Martiri 9 Ottobre alle ore 14,45 e partenza alle 15. Dal capoluogo alla frazione di Lussello e ritorno, si potranno apprezzare la freschezza dei rigogliosi boschi ricchi di profumi, colori e vegetazione, oltre che di fauna e di magiche atmosfere. 

Dopo i saluti del sindaco Angelo Ferro, passo dopo passo, al seguito della guida Anna Maria Bruno, saranno numerose le occasioni per soffermarsi ad osservare particolari di curiosità e bellezza, a partire dalle sorgenti d’acqua ricche di elementi oligominerali che, tra le più suggestive e famose annoverano quella delle Sette Gocce, già definita da don Ermenegildo Gonella (parroco di Zanco dal 1952 al 1997), “Fontana dal set a stisi”, in cui fenomeni di erosione carsica hanno dato origine ad una cavità a forma di grotta aperta. Poi, ancora, la fontana Ghiro e quella di Bolghera, posta ai piedi del Brich San Lorenzo (situato a 468 metri sul livello del mare), presso il quale, in località Tribecco tra Villadeati e Odalengo Piccolo, si nascondono numerose sorgenti naturali, come quella di Brignano, tanto da essere conosciuto come “Il colle delle trecento Fontane”.  

Camminando i sentieri, che si dipanano intorno al borgo medievale, tra la magia del bosco e gli improvvisi colpi d’occhio panoramici che mozzano il fiato, i camminatori potranno altresì apprezzare una ricca varietà botanica, composta da Castagni, Ciliegi, Noccioli Servatici, Roverelle, Robinie, Sambuco, Corniolo, Ligustro, Rovo e Pungitopo, oltre che da Lilioasfodelo. Ritornati in paese, si raggiungerà la Chiesa di San Remigio, posta in posizione panoramica e circondata da roseti, proprio al di sopra della piazza Martiri del 9 Ottobre. Durata: 2 ore e mezza; difficoltà; Turistica.

Info per entrambe le camminate: 348-2211219 - camminaremonferrato@libero.it. Richiesta mascherina per ingressi luoghi chiusi.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Roberto Remorino

Roberto Remorino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!