Articolo »

Rimborsopoli bis: coinvolti una cinquantina di consiglieri regionali

Si apre un nuovo capitolo di Rimborsopoli in Piemonte. Questa mattina, venerdì 8 giugno, è giunta la notizia della conclusione delle indagini preliminari che hanno portato agli avvisi di garanzia per una cinquantina di consiglieri regionali di maggioranza e di minoranza nella legislatura Bresso, negli anni compresi tra il gennaio del 2008 e il 2010.

Dalle notizie trapelate l’accusa è ancora di peculato, con rimborsi che non riguardano spese inerenti all’attività istituzionale: si parla di una cifra complessiva di 3 milioni e 300 mila euro.

Tanti, quindi, i consiglieri che dovranno comparire davanti ai giudici, tra cui ci sono diversi esponenti politici molto conosciuti nel nostro territorio.

Insomma una indagine che scuote il mondo politico piemontese a meno di un anno dal voto per il rinnovo del Consiglio regionale.