Articolo »

  • 18 febbraio 2021
  • Moncalvo

Al Teatro Civico di Moncalvo

Si torna in scena con le prove di "Pedalando verso il paradiso"

Sul palco le fragilità di un cinquantenne

A Moncalvo un messaggio di speranza per uno dei settori più colpiti dalla pandemia

Sabato scorso si è alzato il sipario del Teatro Civico di Moncalvo. A poco più di un anno dall’ultimo spettacolo, si è tenuta la prima rappresentazione del 2021, rigorosamente a porte chiuse e senza pubblico. Un messaggio di speranza per uno dei settori più colpiti dalla pandemia: quello dello spettacolo, fermo ai box da marzo scorso.

Sabato 13 è infatti andato in scena “Pedalando verso il paradiso” scritto dalla celebre drammaturga e romanziera Valentina Diana, diretto e interpretato da Marco Viecca con la partecipazione delle Blue Dolls, il noto trio musicale composto da Daniela Placci, Angelica Dettori e Flavia Barbacetto.

La pièce dal sapore tragicomico vede il protagonista, Franco Mietta, il cui nome ricorda per assonanza l’autore Marco Viecca, costretto a casa durante il periodo di lockdown da solo sulla sua cyclette, tra una pedalata e l’altra, a fare i conti con la propria vita e con i chili di troppo.

Sul palco, a tenere compagnia al provetto ciclista, sono le tre cantanti, costrette a fare le voci motivatrici della cyclette poiché non possono esibirsi e non trovano altro lavoro a causa della pandemia. “Tutto si svolge nella testa di Mietta – spiega l’attore –. Il protagonista immagina infatti che le cantanti lo critichino e che gli diano alcuni consigli, arriva addirittura a parlare con Vittorio Alfieri”. Lo spettacolo mette a nudo le fragilità del cinquantenne chiuso forzatamente in casa a causa dell’emergenza sanitaria. “Non c’è solo comicità, ma l’opera porta a riflettere sulla solitudine e sull’ozio forzato che costringe le persone ad avere più tempo da trascorrere con se stessi, con le proprie paure e i propri desideri; una condizione che ha riguardato ognuno di noi, anche se in modi differenti, durante il primo lockdown dello scorso marzo”, prosegue l’autore.

Nato da un’idea di Viecca, lo spettacolo è prodotto dalla Fondazione Gabriele Accomazzo per il Teatro, con il supporto di Mario Nosengo, curatore della stagione teatrale moncalvese, e la collaborazione del comune di Moncalvo che ha concesso gratuitamente alla compagnia l’uso del teatro per le prove dello spettacolo.

“Durante la prova generale di sabato abbiamo registrato lo spettacolo e dalle riprese effettuate nascerà un trailer che manderemo in giro a teatri, organizzatori e impresari per promuovere la rappresentazione in tutta Italia. Vogliamo essere pronti a tornare a teatro con il pubblico presente in sala, una volta che si possa finalmente riprendere le stagioni dal vivo”, commenta Viecca. “La prima nazionale dovrebbe andare in scena al Teatro Alfieri di Asti il prossimo 27 marzo, mentre faremo una replica a Moncalvo tra la primavera e l’autunno”, conclude l’attore astigiano.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Alessandra Rosso

Alessandra Rosso
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!