Articolo »

  • 02 novembre 2018
  • Casale Monferrato

Scuola

Dopo le proteste degli studenti degli Istituti casalesi convocato un vertice in Provincia

Un incontro per trovare soluzioni al problema

La protesta degli studenti della Lomellina, in merito al disservizio del trasporto scolastico, dopo oltre un mese di ininterrotte sollecitazioni, è giunta al tavolo della Provincia di Pavia. I giovani si erano rivolti al nostro giornale in quanto inascoltati dalla società Autoguidovie, che gestisce la tratta Sartirana-Mede-Casale.

Ricordiamo il problema: una ventina di loro, quotidianamente e per due volte al giorno, sono costretti in piedi per circa un’ora a corsa, ritenendo il viaggio extraurbano oltremodo stancante e caratterizzato da precarie condizioni di sicurezza. Inoltre, gli stessi studenti, lamentano mezzi obsoleti e scarsa pulizia.

Sulla vicenda avevamo sentito il sindaco di Mede Lomellina Giorgio Guardamagna, il presidente del Consiglio di Sartirana, Gianluca Cominetti,  e il sindaco di Casale, Titti Palazzetti, oltre che il vice presidente dell’Agenzia di Mobilità per il Piemonte (AMP) Paolo Filippi, unanimi ad intervenire presso la Provincia di Pavia, competente in materia di trasporti scolastici e, per conoscenza, con la società gestrice del servizio Autoguidovie.

Sono di questi giorni le segnalazioni inoltrate dai sindaci dei tre Comuni e da Filippi per la AMP, rispettivamente alla Provincia di Pavia, ad Autoguidovie e all’Agenzia di Trasporto Pubblico del Bacino della Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia.   

Dalle segnalazioni emergono i disagi degli studenti, le situazioni di sovraffollamento e le condizioni dei mezzi nonché la dubbia sicurezza, con l’invito ad effettuare le opportune verifiche e adottare provvedimenti atti a migliorare le condizioni del servizio.

Da Cominetti abbiamo appreso mercoledì, che la Provincia di Pavia convocherà le parti la settimana prossima per conoscere a fondo il problema e ritrovarne una possibile risoluzione. Malgrado la carta della Mobilità di Autoguidovie pubblicata online riporti, nel capitolo “diritti dei viaggiatori” alcuni punti fondamentali tra cui la sicurezza e la tranquillità del viaggio, l’igiene e la pulizia dei mezzi, nonché la facile accessibilità alla procedura dei reclami e la tempestiva risposta agli stessi, gli studenti non sono riusciti ad ottenere risposte e, neppure noi del giornale; contattato il numero verde di infoline Pavia, malgrado le rassicurazioni ricevute dall’operatrice circa un pronto riscontro, non siamo stati richiamati.