Articolo »

Moncalvo inaugurerà il progetto museale nei giorni dell’Expo

Correva l’anno 1973 quando si spegneva dopo un’intensa vita da diplomatico Franco Montanari, illustre moncalvese, che lasciò al Comune di Moncalvo la sua ampia e ricca collezione di opere d’arte provenienti da tutto il mondo, gettando le basi dell’idea di apertura, nella sua città, di un vero e proprio museo che fosse di richiamo per gli appassionati a livello internazionale. La collezione comunale si è poi ampliata e il progetto museale ha preso forma nei primi anni Novanta e vedrà la luce fra poche settimane con l’inaugurazione del Museo Civico. Anni trascorsi nella realizzazione dei lavori presso l’ala del palazzo municipale che si sviluppa ai piani terreno e superiore con ingresso da via Caccia dove sono stati impiegati nel tempo circa 400 mila euro per dare alla città il nuovo polo museale. Il taglio del nastro, obiettivo perseguito fra delibere, ricerca di fondi e interventi, dalle amministrazioni succedutesi negli ultimi 25 anni, arriverà in un momento fatidico per il turismo, vista la coincidenza dell’Expo ormai prossimo alla partenza. Sarà infatti il mese di maggio a portare con sé la lieta novella dell’apertura (la data esatta è ancora da ufficializzare) grazie anche ad un contributo privato, prezioso per assicurarne la gestione, almeno nel primo anno. «Per il 2015 la copertura è infatti pressoché certa - spiega il sindaco Aldo Fara - e le aperture sono assicurate il sabato e la domenica della stagione estiva ed autunnale». Ma il museo non sarà la sola attrazione artistica presso le ristrutturate sale di via Caccia: è infatti in fase di definizione un programma di esposizioni che verranno affiancate alla mostra museale in modo da fornire ulteriori spunti per incentivare le visite. A curare gli aspetti gestionali del museo vero e proprio e l’allestimento delle prime mostre è l’Associazione Aleramo onlus che è immersa nei preparativi della prima esposizione destinata ad affiancare il Museo, nel quale peraltro le numerose opere in possesso da parte del Comune di Moncalvo, verranno esposte a rotazione. La prima mostra, curata dal professor Alberto Cottino (intervenuto a Moncalvo ad ottobre in occasione dell’arrivo di Vittorio Sgarbi) avrà come tema l’elemento vitivinicolo e coinvolgerà svariate aziende del territorio. Fra agosto e ottobre le sale adibite alle mostre ospiteranno poi un’esposizione riguardante Mario Pavese.