Articolo »

  • 06 ottobre 2018
  • Casale Monferrato

Furti e truffe: mai colpi isolati. A Ozzano e in zona Priocco a Casale

Il grave episodio avvenuto martedì mattina a San Salvatore dove i malviventi in fuga hanno investito il comandante dei Carabinieri, rientra in un contesto più ampio di azioni criminose che negli ultimi tempie sono state commesse nella nostra zona da parte di malviventi che derubano e truffano in particolare gli anziani. Infatti non è escluso - anzi ci sono indizi che fanno ritenere che si tratti delle stesse persone - che i balordi intercettati a San Salvatore siano gli stessi che sempre martedì, alcune ore prima, avevano derubato un pensionato di Ozzano.

Infatti la stessa Bmw sarebbe stata avvistata poco dopo le 9,30 in paese dove un tartufaio ottantenne di Ozzano era stato derubato da un falso carabiniere. Appena rientrato a casa l’anziano è stato avvicinato dal malvivente che gli ha chiesto di visionare il denaro che aveva in casa in quanto poco prima dalla stazione di servizio era stato segnalato l’utilizzo di banconote falsificate. Il pensionato, che abita in un posto un po’ isolato e, guarda caso, prima di rientrare aveva fatto rifornimento al distributore, ha consegnato i soldi che teneva in casa, 1300 euro, che il balordo gli ha sottratto allontanandosi subito dopo.

Una pensionata casalese che abita al Priocco è stata invece derubata da un falso operaio del gas che dopo essersi introdotto nella sua cantina, con un trucco le ha fatto credere a una fuga di gas con pericolo di esplosione riuscendo così ad entrare anche nella sua abitazione. Una volta in casa la donna ha capito che si trattava di un balordo e per evitare guai peggiori non ha potuto fare altro che aprire la cassaforte, consegnando nella mani del malvivente tutto il contenuto, tra cui alcuni monili di notevole valore.