Articolo »

Il bilancio

“I Luoghi del Cuore” del FAI: Crea è diciottesima in Italia con 17.833 voti

Roggero: «Si tratta di un traguardo al di sopra di ogni aspettativa»

Mercoledì si è tenuta a Milano, alla presenza di Andrea Carandini, presidente Fai, Marco Magnifico, vicepresidente esecutivo Fai, Stefano Lucchini, chief institutional affairs and external communication officer Intesa Sanpaolo, la conferenza stampa di presentazione dei risultati definitivi del 9° censimento “I Luoghi del Cuore”, al quale hanno partecipato molti siti del nostro Monferrato.
 
Sono stati 2.227.847 i voti espressi dal 30 maggio al 30 novembre 2018 dagli italiani che hanno partecipato al censimento segnalando i loro luoghi più amati.
 
Ai primi tre posti il Monte Pisano di Calci-Vicopisano (Pisa) con 114.670 voti, seguito dal fiume Oreto di Palermo con 83.138 voti e dall’Antico Stabilimento Termale di Porretta Terme (Bologna) con 75.740 voti.
 
La delegazione di Casale aveva segnalato il Sacro Monte di Crea, patrimonio Unesco, che necessita di interventi di restauro. Nella classifica parziale (relativa ai voti online) pubblicata sul sito, il Santuario di Crea era al 31° posto con 6.332 voti registrati. Ma grazie all’impegno di molte persone, tra cui i presidi e gli insegnanti delle scuole di Casale e del territorio, oltre al lavoro instancabile di Gian Paolo Bardazza, le adesioni ottenute con la raccolta firme sul territorio, anche in occasione dei concerti di Idea Valcerrina sono triplicate.
 
Questi i dati della classifica definitiva del Sacro Monte di Crea, che ha partecipato per la prima volta al censimento FAI, e si è classificato nella graduatoria nazionale al 18° con 17.833 voti totali. «Si tratta di un traguardo al di sopra di ogni aspettativa» dice il capodelegazione Dionigi Roggero, «che premia la grande capacità di mobilitazione e dimostra che la capillare azione sul territorio può dare ottimi risultati».
 
Da aggiungere la proposta del presidente Carandini fatta attraverso i telegiornali mercoledì affinché le Regioni diano un contributo di un euro a voto ai siti segnalati.