Articolo »

  • 15 novembre 2020
  • Casale Monferrato

Artista casalese

Tante influenze e contaminazioni del modern folk de "Il Cinque"

Album d'esordio da solista di Andrea Benzi

Si definisce un “songwriter” ed è un grande esponente della musica del territorio: stiamo parlando di “Il Cinque”, al secolo Andrea Benzi. Recentemente ha pubblicato il suo primo album da solista e non ci siamo fatti scappare l’occasione per rivolgergli alcune domande e capire il motivo delle sue scelte che per la prima volta l’hanno portato a pubblicare un lavoro individuale.

«La scena locale è sempre stata piena di gente che suona - commenta Benzi - ma trovare gente che voglia davvero impegnarsi con cui condividere e costruire un progetto importante, non è mai stato facile». L’artista ci racconta, così, la sua storia e di come è giunto alla decisione di un progetto solista: «Ho iniziato a suonare il basso nel 1999 prendendo lezioni private da Gianni Cicogna, professionista casalese di fama internazionale. Parlando solo delle formazioni casalesi, ho fatto parte di varie band locali. Ad esempio i “Freeline”, “Indie Rock” band, con cui ho pubblicato un album nel 2006, gli “Spazio Libero”, con i quali ho inciso un “EP” di ”Rock” italiano, e suonato in più di 200 live, tra il 2005 e il 2009. Successivamente sono passato alla voce con i “Ligatribe”, tribute band di “Luciano Ligabue”, attiva da 11 anni su tutta Italia. Fino ad arrivare al gruppo “Modern Metal”, “Ivory Times”, dove sono il songwriter cantante e bassista, fondata insieme al talentuoso chitarrista casalese “Filippo Bertone”, con cui abbiamo pubblicato 3 album tra il 2014 e il 2017. Infine, il recentissimo progetto personale, con il quale ho pubblicato il 29 ottobre 2020 il mio primo album solista “Life Theater”, in un genere completamente inedito per me: il “Modern Folk”».

Un habitat musicale, abbastanza insolito per un musicista che ha sempre suonato tra i confini del “Rock”: a cosa è dovuta questa decisione? «Da quando sono piccolo, grazie a mio padre e mio fratello maggiore, ho sempre ascoltato di tutto. Credo che questo si evinca ascoltando i brani personalmente composti, sono ricchi di varie influenze e contaminazioni - Risponde “Il Cinque” mentre ci parla del motivo per il quale ha voluto incidere musica originale - Scrivo inediti per esigenza di comunicazione ed espressione: con la musica riesco da sempre ad esprimere ogni mia singola sensazione, spesso questo tipo di approccio si è rivelato anche molto terapeutico»

Potete trovare “Life Theatre” di “Il Cinque” sulle piattaforme di streaming principali, inoltre l’intera discografia dell’artista è presente sul suo sito personale www.ilcinque.com.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Augusto Bianco

Augusto Bianco
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!