Articolo »

  • 19 febbraio 2021
  • Milano

Pallavolo Serie B2

L'Euromac Mix cade nel recupero contro Milano

Arriva la sconfitta per 3-1

Il match di sabato 20 febbraio contro il Certosa Pavia rinviato a data da destinarsi

Nella serata di giovedì 18 febbraio, l’Euromac Mix ha recuperato il match valido per la terza giornata di campionato, che la vedeva opposta al Gonzaga Giovani Milano. La comitiva rossoblu nel frattempo è stata avvisata da un comunicato ufficiale della Federazione, che la partita di sabato 20 è stata rinviata a data da destinarsi. Il Certosa Pavia, che avrebbe dovuto ospitare la gara, è al terzo rinvio consecutivo. Ma torniamo all’impegno milanese delle juniorine.

Il punto ottenuto con Busto Arsizio e la notizia del blocco delle retrocessioni, hanno di fatto alleggerito le menti delle ragazze di coach Ercole. Assenti Fracchia, Imarisio e Angeleri, il team casalese ha schierato in avvio Del Nero, Olivero, Deambrogio (recuperata a tempo di record), Belotti, Pastore, Furegato e Dell’Oste (libero). Le padrone di casa hanno replicato con Enei, Maran, Speggiorin, Ruben, Fumagalli, Riva e Piroli (libero). L’approccio delle rossoblu non è dei migliori. Sul 5-2 per le padrone di casa, sono già due gli errori in battuta. Coach ercole ferma il gioco sul punteggio di 8-4, anche perché, in meno di 10 minuti sono già tante le cose da mettere a posto.

Attacco poco incisivo, ricezione approssimativa e scelte discutibili. Sul 9-4 i gratuiti dell’Euromac Mix sono cinque e solo Furegato riesce a trovare la via della realizzazione. E’ lei a rimettere in carreggiata la Junior: 5 punti e 3 aces consecutivi. Sul 16-13 il diagonale stretto di Olivero strappa gli applausi dei presenti, ma è un’Euromac Mix condannata ad inseguire perché sul più bello non riesce a sferrare il colpo del pareggio. Emblematica l’azione che dal possibile 19-18 porta il Gonzaga sul 20-17.

Pastore ha l’occasione propizia, ma il pallonetto in zona tre è letto con facilità è tradotto nell’attacco del più tre. De Simone e Serone in campo per dare nerbo alla seconda linea. Furegato accorcia le distanze (23-22), mentre Enei in fast chiude il primo set sul 25-23. Dopo l’inversione di campo le cose sembrano andare meglio per l’Euromac Mix (1-4), ma è un fuoco di paglia.

Fumagalli in battuta, Speggiorin in attacco e il Gonzaga ribalta la situazione: 7-4. Casale, dopo il time-out di Ercole, spinge sull’acceleratore ed impatta a quota sette con Furegato e Pastore. C’è voglia di fare nella metà campo rossoblu, ma c’è anche tanta, troppa confusione. Disordine a muro, fretta in attacco e il Gonzaga allunga nuovamente: 14-10. Pastore sale di tono (14-13) e Furegato assesta la parallela del 14 pari. Due punti di Enei e le giallorosse di casa fuggono ancora. Sul 19-15 Petruzzelli sostituisce Maran e sul 20-15 arriva il secondo time-out juniorino. Cambio vincente per coach Kharwb: Fiorucci per Riva. La neo-entrata si piazza sulla linea dei nove metri e colpisce al cuore la difesa ospite con due aces consecutivi: 24-17. Il Gonzaga guadagna il 2-0 con l’ennesimo diagonale di Speggiorin: 25-19. A questo punto inizia un’altra partita.

La panchina di casa opera tre sostituzioni (opposto, palleggiatore e posto quattro) e prova ad aggiudicarsi i tre punti con le seconde linee. E’ chiaro che occorre qualche minuto per entrare in ritmo e l’Euromac Mix è brava a cogliere l’occasione per rientrare nel match. Da 0-3 a 2-7, fino al 6-13 che esalta le giocate di Deambrogio, Pastore e Furegato. De Simone e Serone in campo sul 10-20 per gestire al meglio il finale di frazione. Casale si aggiudica il set con il punteggio di 13-25 e sembra aver trovato ritmi e distanze per allungare la partita fino al tie-break. Sarebbe la risposta più bella dopo la rimonta subita domenica scorsa in casa per mano dell’Unet E Work. Coach Kharwb non indietreggia di un centimetro, conferma i cambi e se la gioca a viso aperto.

Il coraggio e la perseveranza verranno premiati da un epilogo che da fiducia a tutta la “rosa” giallorossa in proiezione futura. Dal vantaggio rossoblu (1-4) al 9-6 meneghino è un attimo. Fumagalli protagonista da posto quattro, facilitata da un muro in costante ritardo. L’ultimo punti di contatto tra Gonzaga e Junior è sul 15-13. Time-out lombardo e 20-15 che in un amen diventa 23-17. Il punto del 25-20 mette fine alla partita e premia la squadra che ha giocato meglio, che ha rispettato le consegne e che ha commesso meno errori. Per la Junior un giovedì sera da dimenticare. Del Nero e compagne hanno mostrato la peggior versione di questo inizio di campionato. Ci si attendeva una reazione d’orgoglio contro un avversario alla portata.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Alessandra Rosso

Alessandra Rosso
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!