Articolo »

Svizzera, fu esposto all’amianto e morì: «È omicidio colposo»

Per la prima volta nella storia della giurisprudenza elvetica, il Tribunale federale svizzero ha stabilito che esponendo alle polveri di amianto un giovane lavoratore poi deceduto per un mesotelioma pleurico, alla Eternit di Niederurnen (sede storica della multinazionale dell’amianto) si è consumato il reato di omicidio colposo. È stata cioè causata la morte di una persona per “negligenza”. Una sentenza destinata a fare storia e ad aprire - in Svizzera - una speranza per molte vittime della polvere killer. Ne abbiamo parlato con Claudio Carrer, giornalista di “Area”, che si occupa da anni delle tematiche relative all’amianto. Intanto oggi a Casale si presentano la biblioteca internazionale dell’amianto (World Asbestos E-Library) e il ruolo delle associazioni delle vittime in Europa. Il servizio intero su Il Monferrato di martedì 28 gennaio

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Don Pier Lupano

Don Pier Lupano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!