Articolo »

Maltempo in Piemonte. Cota: "Protezione Civile regionale pronta. I cittadini si tengano informati"

"Sull’arrivo di una vasta perturbazione atlantica e sul conseguente maltempo sulla nostra regione, la Protezione Civile della Regione Piemonte ha già attivato tutte le misure necessarie di previsione, oltre all’eventuale attivazione di fase di pre-allerta. Invito i cittadini piemontesi, a partire dalla giornata di domani, a tenersi informati sull’evoluzione della situazione, che sarà costantemente monitorata dal Centro Funzionale Regionale’. Lo dichiara il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota in una nota diffusa alla stampa alle 17,15 di oggi, mercoledì. Nella foto, una recente esercitazione di Protezione Civile a Casale. "Moderata criticità": Verbano, Biellese e Canavese le zone più a rischio L’arrivo di una vasta perturbazione atlantica porta un cambiamento significativo delle condizioni meteorologiche sul Piemonte, con nubi in aumento già da questa sera e piogge dal pomeriggio di domani (giovedi’ 3 novembre 2011) fino alla giornata di domenica, quando si assisterà ad una attenuazione dei fenomeni. La persistenza delle precipitazioni è dovuta alla presenza di un’area di alta pressione sull’Europa orientale che blocca il naturale spostamento della perturbazione verso est. Le zone ove la perturbazione sarà più attiva saranno quelle pedemontane settentrionali (Verbano, Biellese e Canavese) e quelle appenniniche, dove si verificheranno anche fenomeni di tipo temporalesco. La quota delle nevicate sarà in rialzo dai 2000 m di giovedì ai 2400 metri di venerdì e sabato. Tale situazione potrà determinare condizioni di criticità per rischio idrogeologico nelle giornate di venerdì e sabato in particolare su tali zone. “A fronte di queste previsioni meteorologiche diramate dal Centro funzionale regionale - dichiara l’assessore regionale alla Protezione civile, Roberto Ravello - il settore di Protezione Civile della Regione Piemonte ha provveduto ad informare le strutture operative del sistema e sulla base delle proprie procedure operative e dell’evoluzione della situazione meteorologica sta valutando, in queste ore, tempi e modalità della possibile apertura della sala operativa e la messa in stato di preallerta di tutte le componenti del volontariato piemontese e dei presidi logistici regionali. Proprio alle strutture ed ai volontari del sistema va il ringraziamento mio personale e di tutta la comunità piemontese per l’impegno e lo spirito di sacrificio dimostrato in ogni occasione”. L’attivazione del sistema regionale di Protezione civile avrà luogo solo a partire dalla comunicazione di “moderata criticità - fase di preallerta” contenuta nel bollettino emesso ogni giorno alle ore 13 dal Centro funzionale regionale. www.regione.piemonte.it/protezionecivile