Articolo »

San Salvatore Monferrato

I fondi della Regione per sistemare il Teatro Comunale

Un contributo di 304 mila euro per migliorie e adeguamenti normativi

In Regione a Torino la firma tra il sindaco Tagliabue e il presidente Cirio

Non poteva esserci sorpresa migliore nell’uovo di Pasqua della comunità sansalvatorese per premiare il lavoro svolto in questi primi due anni: 304mila euro per la riqualificazione e messa a norma del Teatro Comunale.

Si tratta del finanziamento che la Regione Piemonte ha deciso di concedere in risposta alla richiesta di San Salvatore: un contributo, il più elevato fra quelli ottenuti per il teatro, «frutto di un lungo lavoro che ha coinvolto amministratori, personale comunale e progettisti che ringrazio per la dedizione e l'impegno. Mi sono recato a Torino e ho firmato il documento di accettazione con il presidente della Regione Alberto Cirio – è il commento del sindaco Corrado Tagliabue - Mi sono emozionato perché la provincia di Alessandria conta 187 comuni e a ottenere questi fondi Poc siamo solo in nove. Il teatro è al centro di un lungo lavoro iniziato nel 2006 e finalmente vedrà realizzati, grazie a questi fondi, migliorie e adeguamenti normativi. Ne serviranno altri, si tratta infatti di un edificio complesso, dal grande valore storico e architettonico, ma questo è un passo importantissimo».

Interventi indispensabili per il teatro comunale per 380.000 euro, con adeguamento normativo, interventi agli infissi (risparmio energetico), nuovi wc, impianto di rilevazione incendio e molto altro. «Questo a grandi linee era ciò che prima della progettazione partecipata del 2023, dei fondi ottenuti per un vero e proprio piano di lotti progettuali del teatro era previsto nel 2022, quando abbiamo avanzato richiesta di finanziamento alla Regione; il risultato è che 304.000 euro ci sono stati concessi ed entro il 2026 dovremo realizzare molte delle opere necessarie per il nostro amato teatro Comunale».

Le opere da realizzare sono molte e “questi fondi non basteranno per restituire al 100% il teatro alla popolazione, basti pensare che la galleria sarà ancora inutilizzabile e così pure l'ex appartamento del custode - continua il primo cittadino - ma molte criticità e adeguamenti normativi potranno essere superati. A gennaio, nell'incontro aperto a tutta la popolazione abbiamo presentato il progetto completo del nuovo teatro e i fondi necessari sono molto di più, ma stavolta possiamo iniziare bene, con una somma consistente, dedicandoci al primo lotto.

 L'idea per questo edificio non è solo palcoscenico e spettacoli ma creare una vera e propria ‘piazza al coperto’, utilizzando a pieno la platea, potendo togliere le sedie in caso di necessità, perché San Salvatore Monferrato, vivacissimo centro monferrino, organizza molte iniziative, ma quasi sempre in estate e all'aperto, dal momento che spazi chiusi con i requisiti di legge non ne possiede. Presto il teatro potrà tornare a svolgere l'importante ruolo di centro per ospitare manifestazioni ed è per questo che i tecnici del comune e i progettisti incaricati con sindaco, assessori e consiglieri nel 2023 hanno lavorato sodo coinvolgendo la popolazione negli incontri pubblici».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!