Articolo »

  • 07 febbraio 2019
  • Casale Monferrato

Il caso

La truffa del camper. Un falso d’autore l’assegno circolare con cui è stato pagato il mezzo

Autore del raggiro sarebbe un 63enne casalese

«Mio malgrado, pur con tutti gli accorgimenti presi, sono rimasto vittima di una truffa. Un raggiro d’autore, messo a segno da uno specialista del settore, un vero professionista». Una truffa per una cifra superiore ai trentamila euro che ha avuto come vittima un vercellese, Andrea A., il quale ha venduto il suo camper ad un “signore” che lo ha pagato con un assegno circolare falso. Il compratore risulta un pugliese di 63 anni, originario di Foggia, residente a Casale, in via Aliora.

È lo stesso Andrea A. a raccontarci la disavventura. «Qualche tempo fa avevo messo un annuncio su un sito online specializzato nella vendita di autoveicoli e sono stato contattato da diverse persone. Poi ho ricevuto la telefonata di un signore di Casale e, data la vicinanza con Vercelli, ho pensato di dargli un appuntamento».

Il potenziale acquirente, una persona dall’aspetto distinto, si presenta all’appuntamento in compagnia di una donna sulla cinquantina nella rimessa dove è custodito il camper. L’automezzo piace e i due si accordano sul prezzo. Il compratore fa pervenire al proprietario del camper un assegno circolare con la cifra stabilita.

«Ho contattato la mia banca online per controllare la validità dell’assegno e, in base ai dati che mi sono stati chiesti, l’effetto bancario sembrava a posto: mi è stato detto che aveva tutti i requisiti per essere regolare. Anche la carta d’identità del compratore sembrava autentica».

Lunedì della scorsa settimana c’è l’incontro per il passaggio di proprietà, operazione che viene eseguita nel pomeriggio al PRA. Andrea consegna il camper e ritira l’assegno che, nel momento in cui viene depositato, gli viene comunicato che è falsificato. «Un falso d’autore, vista la precisione con cui era stato realizzato: carta, numeri di serie, intestazione della banca... I Carabinieri del comando provinciale di Vercelli ai quali ho sporto denuncia, mi hanno detto che non possono fare molto se non sequestrare il mezzo nel caso venga fermato. Per questo ho pensato di rivolgermi al giornale nella speranza di rintracciarlo».    

Il camper è marca Caravan International modello Mizar Garage Living, colore bianco ed è piuttosto riconoscibile in quanto lungo 7,5 metri (più dei modelli standard), targa DF 548 TT.«Era stato immatricolato nel 2007 ma è praticamente nuovo. Lo usavo per le vacanze con la mia famiglia ed è sempre stato tenuto al riparo e sottoposto a periodici controlli. Se qualcuno di buon cuore lo vedesse in giro mi contatti oppure avvisi i Carabinieri del luogo. Non è giusto che questo soggetto possa permettersi di raggirare le persone oneste».

Chi avesse informazioni può chiamare Andrea A., telefonando al numero di cellulare 392 1942084.