Articolo »

  • 10 settembre 2020
  • Casale Monferrato

Mostra al Castello di Casale

“Il Monferrato degli infernot” secondo Ilenio Celoria

Dal 12 al 27 settembre

Il Comitato Casale Monferrato Capitale della DOC, da sabato 12 a domenica 27 settembre al Castello del Monferrato, promuove la mostra fotografica “Il Monferrato degli Infernot, patrimonio Unesco” a cura di Ilenio Celoria che sarà ospitata presso i locali del Centro DOC.

Le fotografie illustrano una sintesi del percorso che l’autore ha compiuto negli infernot a partire dal 2001 quando, all’interno del progetto “Rilievo e mappatura degli infernot” realizzato dall’Istituto Superiore Leardi di Casale, ha iniziato una ricca documentazione che ha portato alla scoperta di quasi un centinaio di infernot collocati nel Monferrato casalese. Ricordiamo che la ricerca è iniziata qualche anno prima della costituzione dell’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, nato con l’obiettivo di valorizzare e salvaguardare il territorio, e che ha poi portato al riconoscimento Unesco del 2014 dove gli infernot sono stati collocati nella zona 6 del sito “Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato”. Nell’esposizione sono presenti 20 fotografie e un video che raccontano molti tra i più significativi esempi di queste architetture ipogee che rendono il nostro territorio unico. Le immagini non si presentano solo come documentazione ma anche come un invito ad un viaggio nella terra del Monferrato casalese. Il visitatore potrà anche utilizzare la realtà aumentata per visitare alcuni tra gli infernot più interessanti del territorio utilizzando il proprio smartphone.

«L’occasione della mostra fotografica degli infernot presso la sede del Centro DOC al castello Paleologo - sottolinea il presidente del Comitato DOC, Andrea Desana - sarà importante ed utile per proporre con Ilenio Celoria una idea che riteniamo molto significativa per la valorizzazione del territorio monferrino ovvero la realizzazione all’interno dello stesso castello di uno specifico locale dove ai turisti ed ai visitatori potranno essere mostrati, presentati e spiegati gli infernot monferrini con la realtà virtuale aumentata; ciò sia per stimolare ulteriori visite “fisiche” agli stessi ma anche e soprattutto per far conoscere questa nostra peculiarità unica a livello mondiale ad un numero molti più ampio e numeroso di visitatori del nostro Monferrato che, date le oggettive difficoltà di visita fisica agli infernot rese ancora più difficili e problematiche dal Covid 19, diversamente non potrebbero usufruirne».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Don Pier Lupano

Don Pier Lupano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!