Articolo »

Emergenza

Covid-19 a Trino: sedici casi sotto osservazione

Ordinanza per la chiusura dei distributori automatici

Nei giorni scorsi il sindaco Daniele Pane è tornato a fare il punto sull’emergenza sanitaria, aggiornando la situazione Covid-19 che interessa la popolazione trinese. Attualmente sono 16 i casi sotto osservazione sul nostro territorio, 14 casi positivi, di cui: 2 soggetti ospedalizzati; 1 soggetto ha qualche sintomo; 11 sono asintomatici. Poi ci sono 2 soggetti con primo tampone negativo, in attesa del secondo di conferma. «Tra i soggetti positivi è risultata anche un addetta alle pulizie della nostra casa di riposo. Dall’attività di tamponamento però tutto il resto del personale è risultato negativo. Nella giornata di sabato verranno fatti i tamponi a tutti gli ospiti. La situazione non desta preoccupazione in quanto nessuno degli ospiti presenta alcun sintomo» spiega il primo cittadino. «Posso comunicarvi con piacere che una nostra concittadina che era ospedalizzata è tornata a casa dalla sua famiglia e sta meglio oltre ad essere negativa. Sono 4 quindi i soggetti che hanno concluso il percorso con il doppio esito negativo, mentre altri 4 sono “nuovi” positivi».

Due classi in isolamento 

Aggiornamento scuole: risultano al momento 2 classi in isolamento, che hanno già fatto i tamponi e per i quali abbiamo solo esiti parziali, che per il momento sono tutti negativi. «La situazione è tranquilla e sotto controllo: - i contagiati, nella maggior parte dei casi sono asintomatici o con pochi sintomi; - i protocolli delle scuole funzionano alla perfezione e per questo continuo a ritenerlo il luogo più sicuro (dopo casa propria) dove possano stare i bambini ed i ragazzi; - all’interno delle attività commerciali e produttive vengono rispettati i protocolli e le regole. Ci vuole però maggiore attenzione quando siamo in giro - aggiunge Pane - ricevo troppe segnalazioni di mancato rispetto nell’utilizzo della mascherina o del distanziamento, soprattutto in alcune specifiche situazioni. Ho chiesto al Comando di Polizia Municipale e ai Carabinieri maggiore rigore nel far rispettare l’utilizzo della mascherina da parte dei ragazzi delle scuole superiori, che nel tragitto tra le fermate dei bus e dalla stazione e la scuola non utilizzano sempre e correttamente la mascherina. Alcune regole potrebbero non piacerci, oppure essere poco chiare ma sono le regole che ci sono state date e dobbiamo tutti rispettarle».

Intanto nella tarda mattinata di giovedì il sindaco Daniele Pane ha firmato l’ordinanza di chiusura dei distributori automatici di cibo e bevande, rilevando che “presso i locali appositamente adibiti in modo esclusivo alla vendita di prodotti al dettaglio per mezzo di apparecchi automatici si verifica un frequente assembramento di avventori, poiché tali locali, sia per la modalità di vendita, sia per le loro caratteristiche strutturali non sono presidiati”. L’ordinanza di Pane, per altro, va anche a ripristinare una parità di condizioni tra i distributori h24 e i locali pubblici che non effettuano servizio al tavolo, per i quali il recente Dpcm prevede la chiusura alle ore 21 in conseguenza del fatto che “possono determinare pericolose situazioni di compresenza incontrollata di avventori”. L’ordinanza emessa da Pane è entrata in vigore giovedì 15 ottobre e ha validità sino al 13 novembre compreso: le macchinette dovranno essere spente alle 21 e potranno essere riaccese alle 6 del mattino seguente.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Anna Rosa Nicola

Anna Rosa Nicola
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!