Articolo »

Trasporti

"Bene il treno, finalmente! Ma il merito è dei cittadini e delle associazioni"

Interviene il Circolo Verdeblu di Legambiente

"Bene il treno, finalmente! Ma il merito è dei cittadini e delle associazioni che in questo anni si sono battuti, e si battono, per la riapertura delle linee ferroviarie."

Interviene così il Circolo Verdeblu di Legambiente Casale che prosegue: "Il trasporto ferroviario è da sempre una priorità di Legambiente, lo è principalmente per ragioni ambientali, ma lo è anche per ragioni urbanistiche e sociali. Infatti i treni soddisfano il bisogno di mobilità pulita, consentono un'organizzazione della mobilità non condizionata e non al servizio esclusivo del singolo, ma del singolo all'interno della comunità, e come tali razionalizzano gli spazi e gli spostamenti collettivi".

"Per questo abbiamo lavorato con amministratori di Comuni e Province, tecnici, cittadini, scuole e università e associazioni per riportare i treni a Casale Monferrato e ripristinare i collegamenti con Mortara e Milano, Vercelli e Asti. Questo lavoro congiunto, continuativo, di sintesi ma anche aderente alle necessità del territorio nelle sue diverse articolazioni, ha portato a siglare un protocollo a tutti gli effetti ufficiale, un protocollo cui sarebbe dovuto seguire subito un piano operativo di messa in funzione dei treni, prima tra Casale e Mortara, poi tra Casale e Vercelli".

"Alla luce di ciò, leggiamo con stupore le dichiarazioni del sindaco Federico Riboldi, indifferente e ostile al lavoro che ha preceduto il suo insediamento e che oggi finalmente sembrerebbe potersi concretizzare (ma attenzione: nel 2023!). Ben venga dunque ben venga il treno e ben venga il rientro della nostra città nei circuiti turistici, scolastici ed economici. Ben venga anche la presenza del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, dell'assessore Gabusi e del Sindaco di Casale Monferrato alla inusuale cerimonia di annuncio di inaugurazione della Casale-Vercelli tra un anno, ma a patto che sia stata organizzata per chiedere scusa ai pendolari, agli studenti, ai cittadini tutti, che hanno visto i servizi (tribunale, ospedale, etc.) delocalizzati senza nessun piano per la mobilità pubblica".


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giuseppe Sannazzaro Natta

Giuseppe Sannazzaro Natta
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!