Articolo »

Nuova denominazione

C'è anche l'ok della Regione: Calliano diventa "Monferrato"

Il sindaco Belluardo: «Un gran di successo, in cui crediamo molto»

Per Calliano l'aggiunta del suffisso "Monferrato"

E’ ufficiale. D’ora in poi a Calliano si dovrà aggiungere “Monferrato”. Così è stato deciso all’unanimità nella seduta della settimana scorsa del Consiglio regionale dopo la votazione durante il Consiglio comunale presieduto dal sindaco Paolo Belluardo il 26 novembre 2021 e il parere favorevole del consiglio provinciale di Asti. “L’identità del nostro comune torna a essere quella monferrina anche nel nome – spiega il primo cittadino Belluardo – oltre al fatto che Monferrato è ormai a tutti gli effetti un brand di successo in cui noi crediamo molto. Abbiamo dei panorami eccezionali, viviamo in luogo sereno, tranquillo e non inquinato, ricco di eccellenze enogastronomiche. Dobbiamo lavorare insieme per riscoprire un’identità comune e affrontare così le nuove grandi sfide che attendono il nostro territorio”.

Il nome completo “Calliano Monferrato” era già presente in passato ma poi era andato perso. Oggi, anche su impulso della popolazione, ritorna ufficialmente. “Servirà a contraddistinguere questo lembo di Piemonte per poter sfruttare al meglio dal punto di vista promozionale il nostro territorio”, prosegue il sindaco. Le due località gemellate con il paese monferrino hanno anche loro, inoltre, il tratto territoriale distintivo: Calliano di Trento e Callian du Var. A supportare questa decisione è anche la relazione redatta da Alfio Bonelli, incaricato dall’amministrazione, in cui sono delineate le informazioni storiche e demografiche sul comune monferrino. Calliano oggi conta circa 1220 abitanti ripartiti tra il concentrico e le frazioni di San Desiderio e Perrona. Le origini sono antichissime. Il toponimo deriva dal gentilizio romano Callius (o, in forma non contratta, Catilius), seguita dal suffisso -anum, tipico degli insediamenti di età romana.

In effetti, Calliano era uno dei tanti castra, cioè insediamenti fortificati eretti con finalità essenzialmente militari, collocato in posizione strategica nel punto di incontro fra due strade di grande importanza commerciale, la via Marinca (o Marenca) che univa l’astigiano alle pianure dell’alessandrino innestandosi sulla via Fulvia e la strada che dal Municipio di Hasta (Asti) conduceva a quello di Vardegate (l’attuale Terruggia). Dalle documentazioni storiche riportate da Bonelli, che l’amministrazione ringrazia per cura, precisione e dovizia di particolari, tutta la storia di Calliano è legata indissolubilmente al Monferrato, dall’Alto Medioevo al periodo del Marchesato in cui Calliano era il confine, baluardo del territorio verso Asti, sino ai giorni nostri. “Ma la ragione ultima che ha portato il Comune di Calliano a presentare tale richiesta alla Regione Piemonte, supera la semplice attestazione dell’identità storica del paese – si legge nella relazione -. Si tratta di sfruttare la forza evocativa del contesto geografico del Monferrato al fine di promuovere la crescita e lo sviluppo del territorio, sfruttandone le ricadute benefiche sull’attrattività del paese, sia in termini di flussi turistici, sia in termini di nuova popolazione residente”.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Paola Brancato

Paola Brancato
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!