Articolo »

  • 05 aprile 2021
  • Casale Monferrato

Tennis

"Junior Next Gen": alla Nuova Casale si gioca anche a Pasquetta

Incontri a "porte chiuse" secondo il protocollo anti-Covid

Andrea Petrini, classifica 3.5, si allena nella scuola tennis del maestro Alberto Gillerio

Primi giorni della tappa monferrina del torneo Junior Next Gen Italia, in corso fino a domenica 11 aprile sulla terra battuta dello Sport Club Nuova Casale. Il Macroarea di Nord Ovest, che vede impegnati i migliori Under 10, 12 e 14 nel singolo e nel doppio maschile e femminile, si sta svolgendo in quattro sedi: Nuova Casale, Pro Vercelli, La Mondina Sport Village di Palazzolo e 360 Sport ad Asigliano. A raccontarci telefonicamente le prime intense giornate (il torneo è iniziato venerdì 2 aprile, nda) è stato il direttore del club di via Marzabotto, Andrea Manfredi: «Un impegno particolare che ci vede attenti soprattutto nel gestire i controlli del protocollo anti-Covid. Ogni giocatore può infatti essere accompagnato da un solo genitore o maestro, e poi all’interno del circolo i ragazzi possono muoversi ma solamente con la mascherina, ad esclusione di quando entrano in campo per la partita ufficiale. Il fatto positivo, anche se siamo in zona rossa e le regole sanitarie devono essere fatte rispettare, è certamente quello di vedere all’opera tanti bambini che si possono “godere” le belle sensazioni della “vita da torneo” per dieci giorni». Ricordiamo che tutti i club ospitanti la rassegna giovanile sono “off limits” infatti il “Next Gen” si gioca a porte chiuse.

Chi non vede l’ora di scendere in campo, probabilmente nella giornata di mercoledì, è la testa di serie numero tre del tabellone Under 12 maschile, rappresentante dei colori sociali di casa, Andrea Petrini, classe 2009, classifica italiana 3.5. «Giocare in casa sarà bello, conosco bene questa terra rossa, e, anche se non ci sarà pubblico, sono sicuro che i pochi addetti ai lavori che saranno presenti, non faranno mancare il loro supporto». Andrea è nato a Vigevano e ha abitato a Novara fino al 2014, poi si è trasferito a Lugano con la famiglia, ma oggi è a Casale per allenarsi nella accademia del maestro Alberto Gillerio, in questi giorni direttore di gara nella manifestazione che raggruppa i migliori talenti del Nord-Ovest. Andrea non nasconde di tifare Jannik Sinner (recente finalista al Masters 1000 di Miami), «mi ispiro tantissimo a lui, un modello da seguire», ma certamente il giocatore del circuito che gli piace maggiormente è l’austriaco Dominic Thiem: «Spinge tantissimo da fondo campo e quando ha l’opportunità scende a rete. Apprezzo tantissimo quel rovescio a una mano, che cerco di imitare anche quando sono in campo». Prossimi impegni per il giovane tennista? «Dopo il Next Gen, se riprendono i tornei giovanili del circuito europeo, andrò in Spagna».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giovanni Spinoglio

Giovanni Spinoglio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!