Articolo »

L'atleta di Occimiano fuori dalla finale

La sfortuna ferma Dal Molin ad un passo dalla finale europea

L'ostacolista 6 nella sua batteria di semifinale dei 110m ostacoli

Nulla da fare. La sfortuna continua a perseguitare Paolo Dal Molin e, dopo i problemi al tendine rotuleo che lo hanno afflitto negli ultimi tre anni, stavolta è il quadricipite a tradire il 31enne occimianese nella semifinale europea, conquistata giovedì mattina con una splendida prova nella batteria di qualificazione, chiusa al primo posto.

Stasera, invece, qualcosa va storto già prima dello start e le cure dello staff medico a bordo pista non possono bastare. L’ostacolista delle Fiamme Oro Padova rimane troppo rigido per tutto il percorso e il sesto tempo (13”61) rapportato all’exploit di ventiquattr'ore prima (13”40) vale più di ogni commento. La finale continentale open, dunque, rimane un sogno, come a Helsinki 2012 e Zurigo 2014. “Nel riscaldamento ho fatto un piccolo allungo ed ho sentito tirare il quadricipite. Mi sono fermato per evitare altri guai ma in gara non ho praticamente corso” - ha commentato sconsolato ai microfoni di Rai Due.

Eliminati anche gli altri due italiani in gara nella specialità, Hassane Fofana e Lorenzo Perini.