Articolo »

Frodi online: cosa fare. Incontro con l’ex magistrato di Cassazione, Fulvio Rossi

L’incontro organizzato da “Senza Fili Senza Confini”

Lectio magistralis dell’ex magistrato di cassazione Fulvio Rossi alla Fortezza di Verrua Savoia, per parlare di “Frodi online”. La serata è stata organizzata dall’associazione “Senza Fili Senza Confini” in apertura dell’anno accademico 2018-19. Ad aprire i lavori è stato il presidente Daniele Trinchero, con un excursus sui principali “disturbatori” delle attività informatiche capaci di rubare informazioni sensibili, accedere a sistemi informatici privati, collassare i programmi in uso o a mostrare pubblicità indesiderata. Tutte azioni illegali che, spesso, riescono ad intrufolarsi nei pc di casa o delle aziende, attraverso sistemi “esca”.

«Trattasi di un tipo di truffa effettuata su internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile».

In qualche caso è necessario pagare per riavere i dati sottratti. Come difendersi dunque da truffe, estorsioni informatiche e minacce? «Con la prevenzione prima, il controllo durante e il rimedio dopo - ha precisato Rossi - È inoltre necessario conservare il controllo delle emozioni negative come il panico o l’euforia, per evitare di cadere nelle trappole del web. La paura, al contrario, è un’emozione positiva che induce maggiormente alla prudenza».

Quali i segnali di un attacco più latenti? «Pc più lenti e batterie del telefono che si scaricano più velocemente».

Alcuni accorgimenti: 1° regola non fidarsi mai troppo, 2° utilizzare la prepagata o paypal per gli acquisti on line, 3° non conservare documenti personali, codici e conti correnti sul pc e, all’occorrenza, portare alle forze dell’ordine le immagini di messaggi insoliti ricevuti, facendo attenzione nel redigere le denunce: «La forma è importante per evitare di essere a nostra volta denunciati per calunnia».

L’impegno della “Senza Fili” è stato particolarmente apprezzato da Fulvio Rossi, il quale ha definito l’iniziativa formativa-informativa «di alto spessore etico e valido contributo per il nuovo welfare e il nuovo Stato sociale». La serata è stata anche occasione per premiare i soci dell’anno Chiara Gosso, maestra dell’Istituto Comprensivo di Brusasco, Celestino Bottino, Dario Pecorella, Mauro Scano e Luigi Rigon, sindaco di Moncucco Torinese. All’ex magistrato è andato il conferimento di Munfrin Onorario dell’associazione “Senza Fili Senza Confini”, preziosa realtà di promozione sociale senza fini di lucro e operatore di comunicazione, modello riconosciuto globalmente per la lotta contro il divario digitale.

Per l’anno accademico 2018-19 l’associazione presenta un fitto calendario di corsi ad accesso gratuito e universale, destinati alle fasce deboli della popolazione, che a partire da ottobre 2018, con cadenza bisettimanale, toccheranno molti dei Comuni dove l’associazione opera. Ogni corso avrà durata di due settimane, e permetterà ai partecipanti di apprendere le basi per l’utilizzo del Pc, dello smartphone e di internet. Le lezioni avranno carattere pratico, grazie alla dotazione di Pc e tablet che l’associazione ha acquistato lo scorso anno vincendo un bando della Fondazione CRT.