Articolo »

Dal Consiglio regionale

Via libera alla trasformazione dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria in Azienda Ospedaliera Universitaria

Un altro passo in avanti verso l'Irccs

Il Consiglio regionale del Piemonte ha deliberato questo pomeriggio di avviare il percorso che consentirà la trasformazione dell’Azienda Ospedaliera “SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo” di Alessandria in Azienda Ospedaliera Universitaria, come proposto dalla Giunta regionale, d’intesa con l’Università del Piemonte Orientale e sentita la stessa Azienda Ospedaliera.

 

«Si tratta di un provvedimento complementare a quello della Giunta regionale – osserva l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi - che ha già consentito l’inoltro al Ministero della Salute dell’istanza di riconoscimento dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria quale Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) per “patologie ambientali: malattie oncologiche e patologie d’organo”. L’obiettivo strategico di questo doppio percorso è di garantire una fattiva integrazione tra assistenza, didattica e ricerca, per offrire ai pazienti opportunità di cura sempre migliori, con eccezionali prospettive di crescita per la Sanità e il territorio non solo di Alessandria e Casale Monferrato, ma di tutto il Piemonte. Ringrazio il Consiglio regionale per aver colto fino in fondo e all’unanimità l’importanza di questa iniziativa, confidando ora nel buon esito dell’iter ministeriale per il riconoscimento di quello che sarebbe il primo Irccs a carattere pubblico del Piemonte».

 

Apprezzamento per l’esito del voto in Consiglio regionale viene espresso anche dall’assessore regionale Vittoria Poggio, alessandrina, che sottolinea l’importanza per Alessandria e per tutta la Regione del progetto Irccs e Azienda Ospedaliera Universitaria di Alessandria: «Ringrazio l’assessore Icardi – dichiara l’assessore Poggio – per aver tenacemente portato a compimento il percorso politico di questa iniziativa fortemente attrattiva per il territorio, sia sul piano sanitario, sia su quello della formazione di alta specializzazione, con notevoli benefici per i cittadini e i professionisti sanitari. Un risultato che premia l’impegno della filiera politica a livello regionale e nazionale».

 

«Per Alessandria questo è un giorno importante - sottolinea l'on. Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati -, poichè la trasformazione dell'Azienda Ospedaliera in Azienda Ospedaliera Universitaria rappresenta un ulteriore, fondamentale tassello nel potenziamento del 'sistema sanità' della nostra provincia. Un salto di qualità a cui la Lega lavora con metodo da anni, e che poggia su diversi pilastri: l'attivazione del corso di laurea in Medicina presso l'Upo, la mozione a mia prima firma approvata all'unanimità dalla Camera che dà mandato al Governo di istituire gli Irccs dedicati alle patologie ambientali, la delibera della giunta Cirio che candida Alessandria e Casale Monferrato come sedi del primo Irccs pubblico del Piemonte, il reperimento dei 300 milioni di euro necessari alla realizzazione del nuovo Ospedale. A questo punto ogni ritardo nei successivi necessari step del percorso sarebbe un affronto per la città e per tutto il nostro territorio provinciale, e rischierebbe di vanificare l'importante percorso sin qui realizzato. Non posso che ringraziare tutti coloro che, a livello alessandrino come regionale, si sono impegnati a fondo per portare avanti la crescita del 'sistema sanità' alessandrino: dai vertici di Aso, Asl e Upo, a tutti gli amministratori della Lega che ad Alessandria, a Torino e a Roma hanno fornito sino ad ora, e continueranno a garantire, il massimo impegno a sostegno di questo percorso».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Elisa Conti

Elisa Conti
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!