Articolo »

Terzo Settore

Monferrato Live Experience per la rinascita del Casalese

Nasce dalla volontà di Nuove Frontiere e Circolo Culturale “Marchesi del Monferrato”

Si chiama “Fondazione Monferrato Live Experience Ets” ed è un nuovo organismo, ispirato ai principi del Terzo Settore, nato a Casale dalla collaborazione di Nuove Frontiere e Circolo Culturale “Marchesi del Monferrato” che, assieme ad alcuni altri privati, sono i soci fondatori. Si tratta di un’istituzione senza scopo di lucro e che persegue attività di interesse generale con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

A presiedere la Fondazione è Alessandra Bozzo, affiancata da Emiliana Conti (presidente dei “Marchesi del Monferrato”) e Alberto Riccio in qualità di vicepresidenti: saranno i fondatori a eleggere il Cda composto da sette consiglieri (un membro del Cda, di diritto, sarà un componente del Comitato “Casale capitale della Doc”). 

L’atto costitutivo di “Monferrato Live Experience” è stato sottoscritto lo scorso venerdì alla presenza del notaio Paolo Napoli dello Studio Baralis.

Lo statuto

Nello statuto si legge che la Fondazione opera nell’area geografica del Monferrato di cui Casale fu l’antica capitale «rafforzando l’identità individuale e collettiva dei Comuni partecipanti, nel rispetto delle diverse realtà operative, alla ricerca di comuni denominatori sul piano valoriale, strategico, culturale e operativo»: «La Fondazione promuove e trasmette la cultura storica, turistica e ambientale nel territorio della propria operatività istituzionale con interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio storico, culturale e paesaggistico. Organizza e gestisce attività culturali, storiche, artistiche, turistiche, ricreative e di sostegno economico, di interesse sociale e religioso, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale, compresa l’organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche».

Gli obiettivi

L’intento della Fondazione, dunque, come ci spiegano Pier Augusto Mesturini, presidente di Nuove Frontiere, Bozzo e Conti, è quello di promuovere una rinascita della città di Casale e del Monferrato. 

La Fondazione, dunque, agirà cercando una «sinergia territoriale», ovvero fare rete con le altre realtà associative del territorio per coinvolgere le associazioni, ricercare finanziamenti e promuovere e realizzare progetti. L’approccio sarà quello multidisciplinare «per avere maggior forza in grado di raggiungere le finalità comuni»: «Abbiamo voglia di unire chi già lavora da anni per il territorio e chi vorrà aggregarsi in futuro».    


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giuseppe Sannazzaro Natta

Giuseppe Sannazzaro Natta
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!