Articolo »

  • 17 agosto 2022
  • Casale Monferrato

Analisi

Diminuisce il lavoro stabile: troppe basse qualifiche

Un bilancio con toni chiari e scuri per l’occupazione: il 2021 è stato un anno complesso

Cronache del Lavoro, giunto ormai alla sua sesta edizione, è il rapporto istituzionale che fotografa le dinamiche occupazionali della Regione Piemonte. 

Redatto annualmente da Agenzia Piemonte Lavoro – ente strumentale dell’assessorato al lavoro della Regione Piemonte - con il contributo metodologico dell’Osservatorio Regionale del Mercato del Lavoro, descrive i flussi di avviamenti contrattuali da lavoro subordinato, sia su scala regionale, sia su quella attinente ai mercati del lavoro locali che caratterizzano i singoli bacini dei Centri per l’impiego.

Il rapporto – disponibile sul sito di Agenzia Piemonte Lavoro - offre una lettura integrata dei fenomeni occupazionali che permette di descrivere e analizzare, per esempio, le principali qualifiche professionali, la cui ricerca movimenta il mercato del lavoro, la consistenza dei contratti di cui questo è portatore, i settori economici in cui si collocano le imprese che generano maggior occupazione e le caratteristiche salienti della popolazione regionale dei disoccupati amministrativi. 

Le fonti utilizzate sono il Sistema Informativo Lavoro Piemonte e l’Osservatorio Regionale del mercato del lavoro. Come è noto, per motivazioni dovute all’emergenza sanitaria, le comparazioni dei dati si fanno sul 2019 e non sul 2020, poiché quest’ultimo anno è stato marcatamente segnato dall’impatto della pandemia sul mercato del lavoro. 

Quali sono gli elementi di attenzione che si evincono dal documento, appena pubblicato sul sito di Agenzia Piemonte Lavoro (www.agenziapiemontelavoro.it)?

 • Nel 2021 la forma prevalente è il contratto a tempo determinato subordinato (49,1%), seguito dalla somministrazione (20,4%), altri contratti (15%), tempo indeterminato subordinato (11,6%) e apprendistato (4%). Nel 2021 sono stati registrati 2.213 contratti in più rispetto al 2019 (+0,6%), mentre sono state registrate 32.272 proroghe in più del tempo determinato rispetto al 2019. Per quanto riguarda la consistenza del tempo determinato subordinato, i contratti risultano sempre più brevi: infatti, la durata media delle giornate lavorate nel 2021 è stata di 121,5 giorni rispetto ai 134,6 giorni del 2019. Questa tipologia di contratto coinvolge soprattutto giovani e donne.

 • Diminuisce il lavoro stabile: i valori dei contratti a tempo indeterminato subordinato e apprendistato sono inferiori al 2019. Il calo del tempo indeterminato subordinato (-10.872) è confermato dal calo delle trasformazioni da tempo determinato in tempo indeterminato (-16.511).

 • I flussi occupazionali in entrata (+ 87.832) in Piemonte non compensano i flussi in uscita (-120.342 %)

 • Il peso delle basse qualifiche nelle attivazioni dei rapporti di lavoro è ancora significativo: le professioni non qualificate si attestano al 24.6%, seguite dalle professioni qualificate nel commercio e nei servizi (22,2%); le professioni intellettuali, scientifiche e ad elevata specializzazione si attestano al 14,8%: le qualifiche più elevate hanno al loro interno il 65,4% di insegnanti. Tramite l’indicatore FTE nel 2021 si riscontra una maggiore stabilità nelle qualifiche più elevate.

A fronte di un quadro così variegato ma non ancora di ripresa definitiva, risulta ancora più evidente che la possibilità di poter fruire di ingenti risorse economiche derivanti da piani e programmi europei, nazionali e regionali rappresenta anche per il sistema regionale piemontese un’imperdibile occasione per costruire un nuovo sistema di politiche attive del lavoro, che impatti in maniera strutturata e strutturale sui livelli di occupazione e sulle potenzialità di crescita economica di questo territorio. Questa combinazione di investimenti e di riforme risulterà strategica per un mercato del lavoro in continua trasformazione e che richiede a tutti i lavoratori di ampliare e aggiornare costantemente le proprie competenze.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Mauro Bianco

Mauro Bianco
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!