Articolo »

  • 02 aprile 2024
  • Casale Monferrato

“Patto per lo Sviluppo"

Fondazione Aleramo, il riferimento sul territorio del Politecnico Torino

Parlano il presidente Paolo Secco ed il neo rettore Stefano Corgnati

«Dialogo con il sistema produttivo. Volontà di crescere insieme. E totale disponibilità a percorrere un cammino comune già iniziato ma che è ancora lungo e complesso». Stefano Corgnati – nuovo rettore del Politecnico Torino appena insediatosi, nonché membro dell’assemblea dei Soci di Fondazione Aleramo – sceglie di parlare direttamente alle imprese toccando i temi più importanti: l’innovazione tecnologica, la competitività, il cambiamento, l’internazionalizzazione, la formazione, il lavoro.

Nel suo programma è indicato un obiettivo: «Il Politecnico di Torino ricopre e deve sempre più ricoprire un ruolo centrale nel dialogo con le istituzioni di governo e il mondo delle imprese, a beneficio del sistema paese».

«Le imprese pongono in modo sempre più deciso la loro domanda di innovazione tecnologica. Il Politecnico deve essere in grado, più di quanto sia già oggi, di rispondere come sistema, non in modo individuale, integrando i saperi dei dipartimenti. Un sistema coordinato, una forte didattica di eccellenza con una ricerca unita alla capacità di trasferire tecnologia e innovazione. Quando agiamo come sistema – sostiene il nuovo Rettore - siamo una comunità che è un’istituzione formidabile con numeri e capacità per essere unpunto di riferimento per il territorio, le istituzioni e il suo sistema produttivo».

«Il Politecnico è già riconosciuto oltre confine, ma la sua credibilità si gioca a livello internazionale. Se siamo credibili – continua il rettore - a confronto con i più forti centri di ricerca e formazione nel mondo, possiamo esserlo anche in Italia. Solo così saremo davvero motore propulsore di innovazione per il territorio e per le imprese».

«Oggi la competitività non si gioca più sui mercati locali e nemmeno nazionali, ma nel mondo. Il Politecnico di Torino deve consolidare la propria riconoscibilità internazionale per essere vero motore di sviluppo e innovazione tecnologica».

Paolo Secco, presidente di Fondazione Aleramo – Agenzia per lo sviluppo del Monferrato, fa eco alle parole del rettore Corgnati rivolgendosi direttamente alle imprese: «Alleiamoci per guardare insieme al mondo. Facciamo un Patto di Sviluppo: il Politecnico offre capacità di ricerca e innovazione e si mette a disposizione delle aziende per creare le condizioni anche per il loro sviluppo, Fondazione Aleramo vuole essere il suo ponte sul territorio Monferrino. Condizioni reali, concrete. Il Politecnico e Fondazione Aleramo non si propongono alle imprese come un consulente, ma come alleati, compagni di viaggio».

La comunità del Politecnico, e con essa la Fondazione Aleramo, «si rivolgono quindi alla comunità del territorio: istituzioni, terzo settore, imprese. Nel programma del nuovo Consiglio Rettoriale vi sono concetti forti: Politecnico come luogo dove “si innesca un sapere pratico per la società e per i decisori pubblici e privati”; come luogo dove si forma “la nuova classe dirigente”; come ambito dal quale “veicolare il linguaggio della scienza alla comunità non accademica: ai decisori così come a un pubblico vasto...”.

«Il Politecnico di Torino – spiega Corgnati – deve essere capace di comunicare qual è la sua interpretazione di alcuni dei grandi temi che toccano la nostra società oggi e quindi i cittadini ma anche le imprese, i lavoratori. Abbiamo il dovere di spiegare tecnicamente e scientificamente qual è lo stato della ricerca in ambiti come la transizione ecologica, il nucleare, la sicurezza idrogeologica, i gas serra e molto altro ancora. E dobbiamo farlo con chiarezza, in modo comprensibile ed efficace. Il Politecnico deve aiutare a interpretare correttamente i grandi fenomeni in atto in ambito ambientale e nell’economia. Tenendo conto che l’innovazione tecnologica è fondamentale per tutti sia dal punto di vista economico che sociale. Solo così, credo, assolveremo ad uno dei nostri compiti più importanti dando anche un aiuto valido allo sviluppo sociale ed economico della comunità. Nella sostanza il Politecnico è il luogo in cui le imprese possono trovare soluzioni ai loro problemi e opportunità nuove di sviluppo».

In questo ambito il Monferrato ha enormi possibilità in settori avanzati quali aerospazio ed energie alternative ed in questo Fondazione Aleramo «crede fortemente, ad esempio promovendo i progetti del DAP Distretto Aerospaziale Piemontese, un settore in fortissima espansione che oggi nella nostra regione conta migliaia di addetti e decine di miliardi di fatturato. Fondazione Aleramo, di cui il Politecnico è socio – ne rappresenta il riferimento nel Monferrato, ed assieme vogliono rendere concreto “il patto per lo sviluppo”».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Marco Imarisio

Marco Imarisio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!