Articolo »

Raccolta dei rifiuti

Moncalvo, è iniziata l'era della tariffazione puntuale

Le prime operazioni per microchippare i bidoni ad uso domestico

Sono iniziate le operazioni per introdurre la tariffazione puntuale

Una settimana dall’inizio delle prime operazioni per portare anche Moncalvo alla Tariffazione puntuale. Il primo cittadino Christian Orecchia, nella doppia veste di sindaco e Presidente del Consorzio Casalese Rifiuti, commenta i dati e spiega l’inizio dei lavori. “Continua il lavoro di COSMO e CCR per portare tutti i Comuni in Tariffazione puntuale, dopo i comuni di dimensioni minori ora è il turno di Moncalvo, secondo per dimensione solo a Casale nel territorio del Consorzio.

La strategia della Tariffazione puntuale è indicata come la via preferibile da Regione Piemonte per raggiungere gli obiettivi stabiliti per la raccolta differenziata che ora sono al 65% e prevedono di raggiungere il 70% entro il 2025. L’obiettivo è stato raggiunto a livello consortile con il 68% ma per raggiungere i prossimi è indispensabile che tutti i comuni siano allineati”. Gli operatori di Cosmo hanno iniziato da alcuni giorni la microchippatura dei bidoni ad “uso domestico” nelle frazioni e nelle vie periferiche della città.

“La microchippatura consiste nella apposizione di una etichetta che identifica l’utenza collegata al bidone – prosegue Orecchia -. Quando la Tarip sarà attivata nel 2024, ogni svuotamento verrà registrato e concorrerà alla definizione della tariffa puntuale di ogni utenza. Il numero di svuotamenti è stato tarato sulle medie dei conferimenti dei diversi nuclei famigliari, anche grazie all’esperienza maturata sugli altri comuni del consorzio, e pertanto le famiglie che già differenziano correttamente non avvertiranno alcuna limitazione. Ci si aspetta però che il sistema stimoli a differenziare in maniera più precisa in modo da limitare sempre di più la frazione di rifiuto indifferenziato e aumentare la plastica, la carta e il vetro correttamente conferiti. Per queste frazioni di rifiuti il sistema non subirà modifiche. Nelle prossime settimane partirà la consegna dei secchielli microchippati per le famiglie del centro città, che già di consueto si recano presso i bidoni stradali per il conferimento e che sostituirà le chiavi. Il secchiello da 20 litri, è paragonabile a quello della pattumiera di casa e quindi è agevolmente manovrabile per lo svuotamento”.

Per spiegare ai cittadini le nuove modalità di raccolta rifiuti e di conferimento, il Comune organizzerà diversi incontri per chiarire i dubbi. “La sostituzione dei bidoni stradali con i nuovi, dotati di lettore microchip e coperchio intelligente per il riconoscimento dei bidoncini microchippati, permetterà di evitare il conferimento di rifiuti ingombranti e differenziabili, il conferimento improprio da parte di utenti non aventi utenza a Moncalvo ed eviterà che i bidoni possano essere dimenticati aperti, consentendo di misurare le quantità di rifiuti non differenziati conferiti da ognuno. In questo modo si ridurrà la produzione di rifiuto indifferenziato migliorando la raccolta differenziata. Rimane attivo il servizio di ritiro mensile dei rifiuti ingombranti e dei RAEE su prenotazione presso Cosmo o presso il centro di raccolta di via Asti il giovedì pomeriggio”, conclude il sindaco.

“Moncalvo oggi ha migliorato le prestazioni rispetto 5 anni fa, nonostante il covid abbia negativamente gravato sulla raccolta rifiuti nel 2020 e 2021 . commenta Barbara Marzano, assessore all’ambiente -. Siamo passati da 58% registrati negli anni 2018/19 al 61 % del 2023, solamente grazie a una migliore informazione, un controllo puntuale e sanzionatorio delle isole ecologiche, su molte delle quali sono state installate videocamere e il lavoro incessante dell’ispettore ambientale”.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Daniela Sapio

Daniela Sapio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!