Articolo »

Allegoria

A Pontestura festa in maschera nel segno della tradizione

Re Fagiolo e la Regina hanno coinvolto la popolazione

Le maschere di Pontestura con i ragazzi dell'oratorio

Nel Monferrato Casalese il Carnevale, pur essendo sentito, non ha il radicamento così forte come nel vicino Vercellese o ad Ivrea e nel Canavese. Ma ci sono alcune ‘isole’ dove la tradizione va molto indietro nel tempo e la ricorrenza è attesa dalla popolazione come un vero e proprio fatto di costume.

È il caso di Pontestura con il suo Carnevale che è stato festeggiato domenica 11 febbraio nell’anno dei regnanti Alessio Vogliotti (Re Fagiolo) e Daniela Lupano (la Regina) che poi sono uniti anche nella vita perché marito e moglie. Per l’edizione 2024 un gruppo di genitori, con il supporto dell’Oratorio, in collaborazione con la Pro loco ed il patrocinio dell’amministrazione comunale. Un prologo c’era stato il Giovedì Grasso con i regnanti che si sono recati nelle scuole per salutare bambini e ragazzi e portare loro le caramelle, seguito il giorno successivo dalla festa in palestra delle scuole che afferiscono all’Istituto comprensivo di Cerrina.

Il momento culminante dei festeggiamenti è stato, però, nella giornata di domenica quando i regnanti sono arrivati in carrozza (e non poteva essere altrimenti, se no che regnanti sarebbeo stati) per la consegna delle chiavi. Con loro anche la figlia Viola, il paggio Alberto Guerrieri con la damigella Melissa (sua moglie). Dopo la coppia reale ha preso parte alla Messa e nel pomeriggio dall’oratorio è partita la bellissima sfilata dei bambini e ragazzi. Ad aprire l’allegro corteo gli alunni delle scuole medie con il professor Valerio Biano e i suoi strumenti a percussione. A seguire la carrozza dei regnanti, e poi il piccolo ma colorato carro dell’oratorio.

Arrivati in piazza ( dopo la “curenta” alla “crusiera”, come vuole la tradizione), un’altra curenta e il rogo del carnevale. A seguire i giochi per i bambini, con gli animatori dell’oratorio e i genitori volontari, con la regia di Liliana Caporaso, del “Comitato Carnevale”che ha organizzato il pomeriggio. Infine scenetta dei genitori e il ballo dei bambini e la merenda per tutti, piccoli e grandi. Successo oltre le previsioni anche per i fagioli. Oltre trecento le porzioni preparate e vendute dalla Proloco, con l’aiuto dei mitici fagiolai. Il Re Fagiolo e la Regina, nel loro discorso al teatro Verdi, , hanno sottolineato il valore della condivisione e della collaborazione per la riuscita della festa e l’importanza di tenere viva nel paese questa bella tradizione.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Marco Imarisio

Marco Imarisio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!