Articolo »

  • 14 maggio 2019
  • Casale Monferrato

Minacciava l’ex convivente e i suoi famigliari: marocchino arrestato dai Carabinieri

I Carabinieri di Casale hanno arrestato su ordinanza di custodia cautelare emessa dall’autorità giudiziaria, un marocchino di 41 anni, Mohamed Taj Eddine, richiedente asilo, senza fissa dimora in Italia, disoccupato e già noto alle forze dell'ordine. È accusato di atti persecutori. L’attività di polizia giudiziaria, iniziata nel gennaio di quest’anno e condotta dal maresciallo Anna Ciccotti, vice comandante della stazione Carabinieri di Casale, è stata particolarmente lunga e complessa. Lo straniero è stato denunciato più volte, per aver minacciato l’ex convivente - una casalese di 47 anni - ed alcuni suoi familiari, inoltre avrebbe anche danneggiato l’auto del fratello della donna. La ricostruzione dei vari eventi, è stata possibile oltre cha dalle denunce della vittima e dei familiari, anche dalle numerose testimonianze raccolte nel corso dell’inchiesta. In passato, il marocchinoe era già stato sottoposto al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, disposizione più volte violata, che ha contribuito ad aggravarne la posizione giuridica, portando la magistratura a disporre l’accompagnamento in carcere. Sempre per il reato di stalking o di maltrattamenti in famiglia, i Carabinieri della Compagna Casale hanno denunciato altre tre persone, tra cui rumeni e un italiano. Tutti i particolari nell’edizione di venerdì de Il Monferrato.