Articolo »

La JC Novipiù all'Uspidalet per l'inaugurazione dei Progetti "Incubatrici" e "Sedoanalgesia"

Da tre anni al fianco della Fondazione Uspidalet, il cui logo compare sulla canotta da gioco della prima squadra, la Junior Novipiù ha partecipato al Presidio Ospedaliero Infantile di Alessandria, con tutti gli atleti, i coach, lo staff e, insieme al presidente d’onore Giancarlo Cerutti, anche alcuni dei principali “benefattori”, alla cerimonia d’inaugurazione del Progetto Incubatrici e del Progetto Sedoanalgesia. Entrambi sono stati realizzati grazie al contributo da oltre 40mila euro raccolto dalla Junior nelle ultime due stagioni attraverso i suoi principali soci, il pubblico e tutte le iniziative ideate dal Club. «Ho preso in carico la Junior ormai 17 anni fa e con me ci sono persone che hanno condiviso il concetto di fare di una società di basket non solo un veicolo sportivo, ma anche uno strumento per operare nel sociale - ha detto il presidente Cerutti - Questa è una di quelle iniziative che esaltano questo concetto e farlo per una realtà importante del nostro territorio ci rende orgogliosi e felici. L’amore verso il nostro sport, e in particolare quello che mettiamo nel settore giovanile, devono essere uno strumento per credere che lo sport sia motivo di crescita umana. Questo è il nostro credo, la nostra filosofia e a nome di tutti i miei colleghi e amici della Junior, dei miei Soci, di quelli come Flavio e Guido Repetto che non sono potuti essere qui oggi, e a nome della squadra qui presente, vi doniamo moralmente queste apparecchiature». Giancarlo Cerutti ha ricevuto da Alla Kouchnerova, presidente della Fondazione Uspidalet, la targa a nomina di Socio Onorario della Fondazione e la spilla con il logo della Onlus. «Oggi è il giorno in cui celebriamo il battesimo di due progetti, già in servizio presso l’ospedale, che sono stati finanziati da benefattori casalesi - ha detto la Kouchnerova - Il fatto che siano casalesi è molto importante per la Fondazione e l’Ospedale Infantile, perché in questi anni abbiamo lavorato per trasmettere il messaggio che il nostro ospedale rappresenta un servizio importante in tutta la provincia. Diciamo grazie all’idea del Presidente d’Onore Cerutti, che attraverso la squadra porta il logo della Fondazione in tanti palazzetti italiani. La partecipazione dei giocatori è stata coinvolgente non solo sportivamente, ma anche umanamente, e questo mi ha commosso: abbiamo visto questi ragazzi, giganti buoni, presentarsi in diverse occasioni in questo ospedale con i sacchi pieni di peluche e girare stanza per stanza a portare la loro energia, simpatia e allegria ai piccoli pazienti. Grazie, dunque, al dott. Cerutti e a tutta la sua famiglia, perché da sempre mostra amore per la sua Terra». La Presidente di Fondazione Uspidalet ha voluto citare anche un secondo caso significativo: quello di Simone Zerbinati, direttore generale di Zerbinati, Premium Sponsor della Junior da questa stagione, anche lui presente ad Alessandria. «Alla nostra Fondazione - ha continuato Kouchnerova - arrivavano un bonifico dopo l’altro, e quando questa somma è diventata importante ho constatato che queste donazioni arrivavano tutte da Simone Zerbinati nel giorno del suo compleanno e del battesimo della figlia. Siccome la cifra stava diventando importante, l’ho contattato per chiedergli quale progetto volesse sostenere: e ha scelto il progetto della Junior». Niccolò Martinoni, capitano della Junior ha poi donato simbolicamente il pallone della squadra rossoblù con tutte le firme dei giocatori, ritirando una targa di ringraziamento alla società per il continuo sostegno in tutte le attività. Poi la consegna dei peluche, lasciati dai giocatori della Junior alle infermiere che curano, in ospedale, i piccoli pazienti.

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Laura Curino

Laura Curino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!