Articolo »

Parrocchia di Moncalvo

Inaugurato il nuovo oratorio: al via l'Estate Ragazzi

Domenica la santa messa sul piazzale dell'ex fabbrica TT

Un arco realizzato con tanti palloncini colorati e un grande cartello con scritto “Benvenuti in oratorio” ha accolto domenica scorsa i moncalvesi che hanno partecipato alla messa di inaugurazione del nuovo oratorio parrocchiale presso il piazzale della ex fabbrica TT. Accoglierà ogni giorno per le prossime sei settimane i 74 giovani che prenderanno parte all’Estate ragazzi moncalvese iniziata lunedì 22 giugno. “Pochi lo sanno. Avevo le valigie pronte e conoscevo il nome della parrocchia di Casale alla quale sarei stato trasferito”, ha detto don Giorgio Bertola durante l’omelia facendo sobbalzare più di un fedele sulle sedie. “Il mio apostolato è fra i giovani, sono loro il futuro e ritengo che la formazione dei giovani sia per la nostra comunità, per la società e per la Chiesa un impegno fondamentale. Io mi sento chiamato a questo compito: senza oratorio difficilmente sarei rimasto a Moncalvo. Poi ho fatto un ultimo tentativo. Ho chiesto a Marisa Selva (collaboratrice della parrocchia, ndr) di informare la famiglia Piacenza, proprietaria degli edifici della ex TT, chiusi da anni, che la parrocchia aveva bisogno di quell’area per far rivivere l’oratorio. La loro risposta non si è fatta attendere ed è stata generosa, positiva e sorprendente. La famiglia Piacenza ha donato alla parrocchia l’area degli edifici che ospitavano l’oratorio delle suore salesiane e poi, in un secondo tempo, anche tutta la parte restante”.

Si tratta di un complesso molto esteso che servirà ad accogliere, ad assistere e ad aiutare le famiglie nella formazione dei giovani. “La Chiesa non usa questa struttura per guadagnare, ma per aiutare la comunità moncalvese. Oggi è qui presente il sindaco, dovremo discutere con lui sul fatto che non potremo pagare la tassa sugli immobili che sosteneva sino a ora la famiglia Piacenza. Si dovrà tenere conto del nostro impegno o saremo costretti a sospendere le attività”. 

L’oratorio si intitolerà a Gino Piacenza e sarà “un luogo di crescita cristiana e sociale, in cui far crescere in modo sano e secondo i principi del Vangelo i nostri ragazzi - ha proseguito don Bertola – mostrando con il nostro esempio e grazie a questa nuova opportunità di che cosa significhi essere cristiani: rinunciare un po’ di noi stessi per donarlo agli altri”.

Nell’omelia don Giorgio ha ricordato l’evento cruciale che, a metà maggio scorso, ha consentito di imprimere una svolta decisiva per la rinascita dell’oratorio moncalvese. Dopo un primo crollo del muraglione a giugno e poi a fine novembre dello scorso anno, e a causa della successiva emergenza sanitaria dovuta all’epidemia, l’attività dell’oratorio, nonostante gli sforzi della parrocchia, era rimasta bloccata per mesi. Ora l’oratorio è rinato. Grazie al lavoro di numerosi volontari, all’impegno delle imprese e agli aiuti dei parrocchiani diventerà un polo di attrazione per le famiglie di molti comuni della zona. E c’è chi è pronto a scommettere che sotto la guida del talento imprenditoriale di don Giorgio sarà entro, qualche anno, uno dei più importanti oratori del Monferrato. “Vorrei che questa sia un’opportunità non solo per Moncalvo e per i moncalvesi, ma per tutto il territorio. Ci vorrà l’aiuto di tutti, lo spazio a nostra disposizione è tantissimo e il lavoro non manca. Ma dobbiamo avere fiducia nel Signore, lo spirito con cui nasce questo nuovo oratorio è proprio questo: risvegliare in tutta la comunità la gratuità cristiana”.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Sandro Martinotti

Sandro Martinotti
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!