Articolo »

  • 18 novembre 2023
  • Casale Monferrato

Dopo l'assemblea

Per la chiesa di Santa Caterina la “nuova” Fabbrica

Il cambio del nome per l'associazione

Un momento dell'assemblea di mercoledì in Santa Caterina

Mercoledì 15 novembre nella chiesa di Santa Caterina si è svolta l’Assemblea dei Soci di Santa Caterina Onlus per l’approvazione degli adeguamenti dello Statuto al Codice del Terzo Settore. La grande novità riguarda il cambio di nome in “La Fabbrica di Santa Caterina ETS”. Proprio il concetto di “fabbrica” ben sposa l’idea dell’ente monferrino che proprio pochi giorni fa, l’11 novembre, ha festeggiato i suoi primi tredici anni di vita.

Parlare di fabbrica di S. Caterina significa proseguire nell’opera di conservazione e restauro della chiesa e nell’attività di custodia e valorizzazione, provvedendo al reperimento delle risorse necessarie al suo mantenimento. Lavoro accurato, che l’Associazione ha perseguito con dedizione, sempre con un occhio verso l’interazione con il territorio. Al termine del momento assembleare, un tempo per inaugurare la nuova illuminazione a led della cupola, che fa risplendere i dipinti murali recentemente restaurati. A riguardo del nuovo concept di “Fabbrica”, abbiamo raccolto le voci delle persone che in questi anni sono state a diverso titolo coinvolte nella causa del restauro della chiesa, splendido esempio di Barocco piemontese.

«Una delle sfide maggiori che dobbiamo affrontare e vincere è quella della piena conservazione del nostro patrimonio culturale, vera eredità del prestigioso passato della capitale del Monferrato e auspicio per un prospero futuro. In un momento così importante per la vita associativa di questa realtà, la Città di Casale Monferrato esprime il più sincero apprezzamento per l’eccezionale impegno profuso negli anni per il restauro della chiesa di Santa Caterina. Il lavoro instancabile e la dedizione dimostrati dall’Associazione hanno contribuito in modo significativo a conservare la storia e l’identità della nostra comunità», ha dichiarato il sindaco Federico Riboldi.

Proprio del lavoro svolto dalla Onlus parla anche Giuseppe Abbenante, attuale presidente dell’Ente Trevisio: «L’Ente Trevisio, guarda con fiducia al futuro per le prossime sfide che riguarderanno la “nuova” Fabbrica di Santa Caterina. Proprio questa dicitura mi richiama un pensiero di tipo “tecnico”, ovvero il gruppo di conoscenze che hanno lavorato, lavorano e lavoreranno al progetto».  Infine, Marina Buzzi Pogliano, presidente di Santa Caterina Onlus: «È un cambiamento all’insegna della continuità e della crescita. Il termine Fabbrica, rievocando e reinterpretando un antico significato, sposta l’attenzione sull’attività di conservazione e manutenzione che ruota intorno alla chiesa che le permette di continuare ad essere ‘pietra viva’». 

Appuntamenti a dicembre
Sabato 2 dicembre, nel coro delle Monache, inaugurazione alle 17 della mostra fotografica “Uno scatto per il restauro”, art director Luciano Bobba. Gli scatti di celebri fotografi saranno messi all’asta su eBay per sostenere il restauro. Martedì 12 dicembre alle ore 18.30 Messa di Natale celebrata dal Vescovo della Diocesi di Casale Monferrato, Gianni Sacchi. Saranno presto disponibili, per il quarto anno consecutivo, i tradizionali Cavagnin di Natale, in collaborazione con l’Azienda Agricola Coppo Giovanni. Per informazioni: info@santacaterinacasalemonferrato.it.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Daniela Sapio

Daniela Sapio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!