Articolo »

  • 14 agosto 2019
  • Frassineto Po

Rave Party

Prosegue l'attività delle forze dell'ordine per scongiurare l'ennesimo rave di Ferragosto

Come per lo scorso weekend la Questura di Alessandria ha deciso di mettere in campo una task force preventiva al fine di evitare l’organizzazione di rave party

Come per lo scorso weekend, anche in vista del Ferragosto, la Questura di Alessandria ha deciso di mettere in campo una task force preventiva al fine di evitare l’organizzazione di rave party in Monferrato e scongiurare le ricadute, talvolta anche gravi, che tali eventi possono avere sulla salute di chi vi partecipa e sui territori oggetto di tali tipologie di raduni.
L’attuazione è stata proposta a seguito dell’ultima riunione tenutasi in Questura del Gruppo di Lavoro per le manifestazioni non autorizzate (Polizia, Carabinieri, Gruppo Carabinieri Forestale, Parco del Po Vercellese e Alessandrino, sindaci dei Comuni maggiormente interessati dal fenomeno).
Il dispositivo, per il periodo di ferragosto, prevede la predisposizione di numerosi posti di controllo in provincia, così come previsto anche dalla Questura di Pavia in quanto numerosi punti d'accesso alle aree interessate a questo tipo di raduni sono nella provincia di lombarda. 
Tali posti di blocco hanno già dato i primi risultati: nell’ambito di precedenti controlli, infatti, in frazione San Michele (Alessandria), sono stati individuati, tramite le volanti, due camion francesi di cui uno carico di impiantistica di fonodiffusione tra cui una decina di grandi casse audio, un gruppo elettrogeno ed un mixer audio, presumibilmente destinati a dare vita ad un rave. Il mezzo è stato sottoposto a fermo amministrativo per una serie di violazioni al Codice della Strada, impedendo così la probabile organizzazione dell’evento.