Articolo »

  • 08 febbraio 2019
  • Casale Monferrato

Funerale posticipato

Morte operatore ecologico: la Procura dispone l'autopsia

Il padre e la sorella vogliono andare a fondo e hanno incaricato un legale

Sarà Silvia Damiana Visonà, medico legale dell’Università di Pavia, ad effettuare l’autopsia sul corpo di Pier Paolo Pitronaci, il 42enne di Oltreponte deceduto la scorsa settimana al Santo Spirito. All’uomo era stata diagnosticata la sindrome di Guillain-Barré, una radicolo-polinevrite acuta che si manifesta con paralisi progressiva agli arti. Una sindrome fulminante che non ha dato scampo al giovane operatore ecologico, molto conosciuto nel quartiere.

I medici, viste le complicazioni respiratorie, gli hanno praticato una tracheotomia. Adesso, il padre e la sorella vogliono andare a fondo e hanno incaricato l’avv. Michele Manassero di seguire la pratica.

«L’ospedale - spiega il legale - era propenso per il riscontro diagnostico, noi, invece, abbiamo presentato un esposto alla Procura proprio per chiedere un esame autoptico più approfondito che verrà eseguito nei primi giorni della prossima settimana».

Il funerale, annunciato in un primo momento sui manifesti nella giornata di martedì nella chiesa dell’Assunzione di Maria Vergine di Oltreponte, è stato pertanto posticipato in attesa di conoscere il referto dell’autopsia.

Pier Paolo era una persona benvoluta nel quartiere e la notizia della sua improvvisa quanto prematura scomparsa ha destato viva impressione nella comunità locale.