Articolo »

Eternit-bis

Schmidheiny a processo a Novara in Corte d'Assise

È accusato di omicidio volontario plurimo

È prevista per questa mattina, mercoledì 9, alle 9.30, nell’aula magna dell’Università del Piemonte Orientale nel campus dell’ex caserma Perrone di Novara, la prima udienza del processo Eternit-bis. 

Stephan Schmidheiny, il 73enne magnate svizzero ultimo proprietario dell’Eternit, difeso dagli avvocati Astolfo Di Amato e Guido Carlo Alleva, è accusato di omicidio volontario plurimo di 392 persone (330 vittime ambientali e 62 ex dipendenti) a causa dell’amianto disperso dalla lavorazione nella fabbrica casalese. 

Il processo, dopo il rinvio a giudizio disposto dal gip del Tribunale di Vercelli, Fabrizio Filice, nel gennaio dello scorso anno e il successivo rinvio di novembre dettato dalle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, si celebrerà davanti alla Corte d’Assise del Tribunale di Novara presieduta dal giudice Gianfranco Pezone. Parti lese in questo procedimento penale saranno i familiari delle vittime, numerosi Comuni del Casalese, sindacati e associazioni che si costituiranno parti civili.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Paolo Testa

Paolo Testa
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!