Articolo »

Solidarietà e affetto alla casalese Boda

«Ti aspettiamo Giovanna. Ce la farai»

Il messaggio della Fondazione Giovanni Falcone

Sono tantissimi i messaggi di affetto e solidarietà per la casalese Giovanna Boda, che a seguito di un tragico gesto versa in gravi condizioni al Policlinico Gemelli di Roma.

Dalle notizie diffuse dai media della capitale pare abbia tentato il suicidio gettandosi dal secondo piano di un edificio del centro. Molto conosciuta in Monferrato, ricopre uno degli incarichi più importanti del Ministero della Pubblica Istruzione. Sempre secondo la stampa locale, il gesto è stato compiuto dopo aver saputo di essere coinvolta in un’indagine su presunta corruzione. La notizia ha destato sgomento e grande è stata l’apprensione per il suo stato di salute.

E tra i numerosi messaggi arrivati alla famiglia (Giovanna è la figlia dell'ex sindaco di Casale, Titti Palazzetti) sia dal nostro territorio che da tutta Italia, vogliamo riprendere quello della Fondazione Giovanni Falcone: «Ti abbiamo conosciuto giovane studentessa. Ti sei avvicinata a noi con coraggio, dedizione e con la passione di chi mette il cuore nelle cose in cui crede. Hai sempre camminato accanto alla Fondazione Falcone, la tua famiglia di Palermo. Fragile nell’aspetto ma con la forza di una leonessa e con l’entusiasmo e la gioia che ti rendono tanto speciale. Abbiamo condiviso sogni, emozioni, speranze. Ti aspettiamo Giovanna. Ce la farai. Ce la faremo».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Laura Curino

Laura Curino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!