Articolo »

  • 30 marzo 2024
  • Casale Monferrato

Incontro

La Medicina estrema all’Istituto Balbo di Casale

Si chiude il ciclo di Medicina narrativa

Orientarsi nel mondo del lavoro non è facile e ancora meno facile è scegliere il percorso che porterà a svolgere l’attività per cui ci si senti più portati.

Ai giovani dell’Istituto Balbo è stata offerta la possibilità di partecipare ad un corso preliminare all’iscrizione al Liceo Biomedico con l’intento di poter permettere loro di fare una scelta motivata nel percorso successivo.

Decidere di proseguire gli studi verso l’iscrizione alla facoltà di Medicina e Chirurgia è una decisione che deve basarsi su molteplici informazioni che permettano di proseguire consapevolmente il percorso che porterà a diventare medici.

Chi farà questa scelta dovrà prepararsi non solo a svolgere una professione ma ad esercitare un’arte, l’arte medica del condividere, dell’entrare in sintonia con il paziente, con i suoi famigliari e con l’ambiente che lo circonda.

Per questo il corso biennale indirizzato ai primi due anni del Liceo è stato denominato Medicina narrativa. La base del corso è inversa al razionale che  ha portato Rita Charon, Professoressa della Columbia University di New York, negli anni 2000, a far nascere una branca della medicina che ”valorizza le storie e le narrazioni dei pazienti come pare integrante della cura e della comprensione della salute”.

Così come per un medico importante è conoscere la vita del paziente per un potenziale studente-medico è importante conoscere le storie dei medici attivi nell’ambito della loro professione: nasce così la “Medicina Narrativa del Balbo”.

Il corso biennale ha portato tra gli studenti :il medico di base, il chirurgo, l’oncologo, il pediatra, il geriatra, il rianimatore ma la lezione più coinvolgente è stata quella con i i giovani medici che si occupano di Medicina estrema. Con il loro professore Ivo Casagranda i dottori Bruno Barcella e Giovanni Cappa hanno parlato delle loro esperienze in luoghi di guerra come l’Ucraina, i salvataggi in alta montagna, gli interventi in grossi incidenti della strada.

Commento degli studenti: «Emozionante!». Gli insegnanti dell’Istituto Balbo con la loro dirigente in prima fila ringraziano i medici che hanno messo a disposizione degli studenti non le loro conoscenze scientifiche ma le loro esperienze di vita. La sintonia con gli studenti e la loro attiva partecipazione indicano il valore del corso.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Marco Imarisio

Marco Imarisio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!