Articolo »

Kermesse

Il Forte Trio apre PianoEchos 2019

Si inizia ad Alessandria, poi tutti gli altri concerti in Monferrato

Si svolgerà praticamente tutta in Monferrsto - a parte il concerto di apertura di giovedì 3 ottobre alle 21, a Palazzo del Monferrato ad Alessandria il Festival PianoEchos edizione 2019.

 «Molte le novità di questa sedicesima edizione - sottolinea il direttore artistico Sergio Marchegiani - a partire dalla formula più compatta (10 concerti in 11 giorni), scelta che intende accentuare la natura di festival di PianoEchos; letteralmente, una vera e propria festa della musica e del pianoforte. Due intense settimane e un itinerario che, con la grande musica, attraverserà gli incantevoli paesaggi del Monferrato, i suoi tesori d’arte, i vigneti, le colline immerse nei colori autunnali».

Il Trio Nazionale del Kazakhstan

La rassegna inizia con il trio nazionale della Repubblica del Kazakhstan che rappresenta nel mondo l’Ente Statale dei Concerti.

Il Forte Trio (nella foto) - che proporrà il grande repertorio musicale russo (Rachmaninov e Cajkovskij) è formato dai migliori musicisti del grande Paese asiatico, tutti vincitori di Concorsi Internazionali, e tiene tournée in tutta Europa e in Asia, esibendosi in importanti festival. Nel 2018 è stato invitato a suonare in Italia, Spagna Finlandia, Francia, Russia, Georgia e ha tenuto una lunga tournée in Cina che ha riscosso entusiastici apprezzamenti.

Venerdì 4 sempre alle 21 PianoEchos si sposta a Lu Monferrato, nella Chiesa di San Nazario (questo concerto, inizialmente previsto a Cuccaro Monferrato, è stato spostato per motivi logistici), con giovanissimo talento Marco Rizzello, vincitore nel 2019 del Concorso Pianistico Internazionale di Bologna.

Nonostante i vent’anni d’età Rizzello ha già suonato in tutta Italia e in mezza Europa e a soli tredici anni è stato selezionato dalla RAI per esibirsi, all’Auditorium Toscanini di Torino, nel programma “Il gran concerto”. Da musicista maturo anche il programma che proporrà a Lu: la Sonata op. 27 n. 1 di Beethoven, gli Studi Sinfonici di Schumann e due spettacolari brani di Liszt: la Sonata Dante e la Rapsodia Ungherese n. 12.

Il Centro Culturale “Borsalino” a Pecetto di Valenza sarà lo spazio del concerto di sabato 5 (ore 21). Protagonista della serata il duo pianistico formato da Robert Andres (Croazia/Portogallo) e da Honor O’Hea (Irlanda). Con 25 anni di ininterrotta attività concertistica internazionale il duo ha sviluppato uno straordinario affiatamento che metterà in luce nel bel programma che include opere di Schuamann, Brahms, Grieg, Debussy e il celebre La Valse di Ravel.

Chiude la prima settimana di PianoEchos ”19 uno dei più importanti trii classici d’Europa, lo Smetana Trio di Praga. È regolarmente invitato nei festival più prestigiosi in tutto il mondo (Europa, Giappone, Brasile, USA, Canada, Corea del Sud) e ha inciso innumerevoli CD premiati dalle più importanti riviste d’Europa (Diapason D’Or, Le Monde de la Musique, BBC Music Magazine, Sunday Times, ecc.). Domenica 6 alle 17, nella suggestiva cornice della Chiesa Parrocchiale di Fubine Monferrato, i tre artisti eseguiranno opere di Shostakovich, Arensky e lo splendido Trio op. 15 di Smetana. 

In occasione del concerto si svolgerà una visita guidata gratuita all’infernot comunale: il ritrovo è davanti al Municipio alle ore 15.30. Al termine, rinfresco offerto dalla Pro Loco di Fubine.

Concerti quasi tutti gratuiti

PianoEchos è organizzato dall’Associazione San Giacomo e dall’Associazione Ondasonora in collaborazione con Fondazione Piemonte da Vivo, Fondazione CRT e, per i concerti della prima settimana, con i Comuni di Lu e Cuccaro, Pecetto di Valenza, Fubine, la Camera di Commercio di Alessandria e la Pro Loco di Pecetto. Tutti i concerti sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti ad esclusione di quelli conclusivi del 12 e 13 ottobre.