Articolo »

La sinergia con Unicef e Consultorio familiare Asl Al

Baby Pit Stop: aree allattamento in Biblioteca e al Museo di Casale

Inaugurati gli spazi dedicati alle mamme e ai bambini

 

«Sono stati inaugurati giovedì 4 aprile i “Baby Pit Stop Allattamento” presso il Museo Civico, nel Complesso di Santa Croce, e presso la Biblioteca delle Ragazze e dei Ragazzi, situata nei suggestivi spazi del Castello del Monferrato».

Lo fa sapere il Comune di Casale Monferrato: «La creazione di questo spazio, dedicato alle mamme e ai bambini, rientra nel Piano Famiglia della Città di Casale Monferrato, seguendo un’ottica di promozione e sostegno dell’allattamento come fondamentali per la salute pubblica in Europa. Questa iniziativa, infatti, si inserisce perfettamente negli obiettivi strategici del Piano Regionale di Prevenzione 2020/2025 e del Tavolo Intersettoriale “Primi 1000 giorni”».

L’allattamento materno «è riconosciuto come il modo normale e naturale di fornire al bambino tutti gli elementi nutritivi essenziali per una crescita e uno sviluppo sani, offrendo numerosi fattori protettivi. Nonostante la sua natura semplice e naturale, le donne possono incontrare difficoltà nell’allattare i loro bambini in pubblico, motivo per cui l’Unicef promuove la creazione di una rete di sostegno per le mamme che allattano fuori casa».

I nuovi Baby Pit Stop Allattamento «offrono non solo un luogo confortevole per nutrire e cambiare i bambini, ma anche spazi nei quali le mamme possano riposarsi durante le uscite con i loro piccoli. La loro posizione strategica li rende facilmente accessibili e utili per le famiglie che visiteranno il museo o la biblioteca».

L’Assessore alle Pari Opportunità, Daniela Sapio, e l’assessore alle Politiche Sociali, Luca Novelli, sottolineano: «Con l’inaugurazione di questi spazi facciamo un passo importante verso la creazione di comunità più inclusive e supportative per le mamme che scelgono di allattare, fornendo loro il sostegno pratico di cui hanno bisogno per farlo con comodità e tranquillità, ovunque si trovino. La collaborazione tra le istituzioni locali e le organizzazioni internazionali come l’Unicef dimostra l’impegno condiviso per garantire il benessere delle mamme e dei bambini, promuovendo pratiche di allattamento materno che sono fondamentali per la salute e lo sviluppo di tutta la comunità».

Paola Golzio, presidente Comitato Unicef di Alessandria, prosegue: «Direi semplicemente che Unicef, che ha molto a cuore questo progetto Baby Pit Stop, è particolarmente felice di questa collaborazione con il Comune di Casale, dove finalmente Unicef ha trovato uno spazio che ci auguriamo di poter ampliare».

Conclude l’assessore alla Cultura Gigliola Fracchia: «Abbiamo sempre messo il massimo impegno per rendere i nostri luoghi della cultura fruibili e accessibili a tutti e con questa iniziativa diamo nuovo impulso a queste politiche supportando la presenza delle mamme e dei più piccoli».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!