Articolo »

  • 05 aprile 2019
  • Alessandria

Energia&Territorio: tredici le persone sottoposte a indagini

La Guardia di Finanza ha acquisito,nei giorni scorsi in Provincia di Alessandria, i documenti riguardanti la partecipata Energia&Territorio. La società di cui la Provincia deteneva la maggioranza assoluta con il 97% delle partecipazioni, smantellata nel 2014, finì sotto la lente della Corte dei Conti nel 2012 quando la società chiuse con un passivo di bilancio di un milione e mezzo. Energia&Territorio venne istituita nel 1988 con l’obiettivo di occuparsi di sviluppo del territorio, indirizzò poi il proprio operato nel campo della revisione delle caldaie e della diffusione della banda larga sul territorio provinciale. Ripetutamente il Movimento 5 Stelle e il PDL chiesero delucidazioni sull’operato della società, anche tramite esposti e una Commissione d’inchiesta.

Quello della Guardia di Finanza è solo uno degli interventi di una vasta indagine sulla partecipata della Provincia di Alessandria. E il procuratore Tiziano Masini ha notificato ben tredici avvisi ai componenti dei Consigli della società per bancarotta. Ecco l’elenco: Guido Ratti di Acqui, presidente cda, Marco Laguzzi, vicepresidente, Iames Pingani di Tortona, amministratore delegato, Ennio Negri e Paolo Onetti di Alessandria, membri del cda, Mario Fedriani, di Arquata, Fabio Margara di Frassineto Po (questi per Energia & Territorio); e poi Simone Bigotti, vicepresidente del cda, Enrico Boccardo di Bosconero, ammistratore delegato, Pietro Macagno di Moncalieri, Maurizio Lanza di Cassine, Luigi Massa di Casale, Domenico Ivaldi di Alessandria  (per la ET Serco).

Ogni persona sottoposta a indagine ha già incaricato un legale per chiarire la propria posizione in merito alla vicenda.