Articolo »

Casale Monferrato vuole avere un Liceo Artistico

Un nuovo capitolo è stato scritto in merito all’agognato Liceo Artistico a Casale per il quale il Liceo Balbo e l’Istituto Leardi hanno presentato candidatura. Mercoledì pomeriggio, in Provincia di Alessandria, si è tenuta la conferenza dei servizi alla quale hanno preso parte il sindaco casalese Titti Palazzetti, l’assessore alla Pubblica Istruzione Ornella Caprioglio e i dirigenti scolastici dei due istituti Riccardo Calvo e Nicoletta Berrone.

Al tavolo provinciale, al quale ha preso parte anche Valenza che ha subito espresso le proprie perplessità sull’apertura di un Artistico anche a Casale, l’Amministrazione casalese ha fortemente avanzato la richiesta: «Abbiamo ribadito a gran voce che Casale ha bisogno di un Liceo Artistico – commenta l’assessore Caprioglio al nostro giornale – le paure di Valenza sono vane: i nostri ragazzi vanno a Vercelli o ad Asti, a Valenza non verrebbero sottratti alunni».

Il sindaco ha anche fatto notare uno “strabismo” nella concessione dei Licei: «Perché il Liceo Sportivo, che sembrava dovesse essere un’esclusiva di Casale, è stato concesso largamente anche ad altri e lo stesso non può avvenire anche per il Liceo Artistico?».

Da parte del Comune, inoltre, in merito alla doppia candidatura e a quale dei due istituti dovrà spettare l’eventuale indirizzo artistico, l’assessore all’Istruzione precisa: «Abbiamo energicamente chiesto un Liceo evitando di esprimere preferenze proprio per evitare diatribe: l’interesse è ad averlo, non importa chi».

Sulla stessa linea anche i due presidi: «Ho apprezzato molto la trasparenza con la quale si è svolto l’incontro – commenta Calvo dal Balbo – ognuno di noi ha espresso le proprie motivazioni: sta di fatto che i numeri dicono che la provincia di Alessandria ha meno utenti di Liceo Artistico delle altre province: significa che c’è maggior bisogno».

«Non c’è necessariamente concorrenza – conferma la preside del Leardi, Nicoletta Berrone – ma la necessità di fornire un servizio agli studenti della nostra area».